facebook rss

Riorganizzazione per il Coronavirus:
stop in tre ospedali
a interventi chirurgici programmati

COVID-19 - Sale operatorie chiuse a Camerino, San Severino e Fabriano. I pazienti sono stati informati dello slittamento degli interventi
Print Friendly, PDF & Email

 

Interventi programmati sospesi negli ospedali di Camerino, San Severino e Fabriano, dove oggi le sale operatorie sono rimaste chiuse. E’ uno degli effetti della riorganizzazione in atto negli ospedali, per far fronte all’emergenza Coronavirus. I pazienti in attesa di essere operati sono stati contattati ed è stato loro comunicato che le sedute operatorie previste non sarebbero state effettuate, con il rinvio ad una data successiva. E’ in atto in tutte le strutture sanitarie della Regione, come annunciato dallo stesso presidente regionale Luca Ceriscioli, la predisposizione di aree riservate a pazienti contagiati dal virus, per prevenire la sua diffusione. A San Severino si aggiungerebbe anche il problema della scarsità di personale per anestesia. Si tratta di misure temporanee, legate all’emergenza sanitaria in atto, per cui il sistema sanitario si sta preparando a far fronte ad eventuali nuovi casi che si dovessero verificare. Attualmente nell’ospedale di Camerino sono otto i posti letto complessivi di rianimazione Utic, a Macerata ci sono sei posti letto di rianimazione e quattro di area critica pneumologia. A Macerata esisteva il reparto di malettie infettive da venti posti letto, poi soppresso negli anni scorsi.

(M. Or.)

Articoli correlati

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X