facebook rss

Falconara, sosta libera
negli stalli a disco orario

COVID 19 - Chiusi i parchi Kennedy e Unicef: «Una decisione sofferta ma necessaria, perché gli appelli sinora rivolti ai giovani e agli anziani non sono stati sufficienti e la situazione sanitaria è sempre più drammatica»
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Stefania Signorini

 

C’è una nuova ordinanza per Falconara firmata dal sindaco Stefania Signorini che vedrà chiusi, a partire da domani e fino al 25 marzo e salvo proroghe, i parchi Kennedy e Unicef mentre sarà libero il parcheggio negli stalli a disco orario. Andando nello specifico, l’ordinanza siglata oggi dal primo cittadino vede la sosta libera nelle aree regolamentate a disco orario e, questo, per venire incontro ai residenti «cui le norme contro il diffondersi del contagio – spiega una nota del Comune – impongono di non uscire di casa. La possibilità di sostare senza limiti di orario, come già visto – si aggiunge -, è prevista solo negli stalli delimitati dalle strisce bianche, presenti in diversi quartieri cittadini, da Palombina Vecchia a piazza Garibaldi in pieno centro, fino a Castelferretti».

La chiusura del Parco Kennedy

La chiusura dei due parchi è stata invece disposta «per evitare assembramenti che, nei giorni scorsi, sono stati segnalati nonostante fossero già in vigore le disposizioni di non uscire di casa e di rispettare la distanza di un metro tra una persona e l’altra». Si tratta di «una decisione sofferta – dice il sindaco – ma necessaria, perché gli appelli sinora rivolti ai giovani e agli anziani non sono stati sufficienti e la situazione sanitaria è sempre più drammatica».
Gli agenti di polizia locale porranno un’attenzione particolare anche alla spiaggia, vista da molti come una sorta di zona franca. Altre disposizioni sono rivolte a tutti i negozianti che vendono beni di prima necessità e a quelli che erogano servizi essenziali come banche e uffici postali. Il sindaco Signorini ha disposto che ognuno metta a disposizione della clientela distributori di disinfettante per le mani e, nel caso dei supermercati, per i carrelli. E’ ribadito inoltre l’obbligo di garantire ingressi ordinati e contingentati. I gestori di esercizi aperti al pubblico dove il personale ha contatto ravvicinato con i clienti sono invitati a far indossare guanti agli addetti, che devono adottare ogni precauzione. A tutti viene raccomandato di igienizzare di frequente i locali. Anche i condomini sono invitati a installare distributori di gel idroalcolico all’ingresso degli ascensori. L’ordinanza ribadisce l’obbligo di rimanere a casa se non per motivi di lavoro, di salute o di oggettiva necessità e di adottare tutte le misure contro il diffondersi del contagio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X