facebook rss

Impegnato nel volontariato e in politica:
Osimo piange Giuseppe Beccacece

L'EX CONSIGLIERE comunale è deceduto oggi pomeriggio all'ospedale di Torrette dove era arrivato per una improvvisa crisi cardiaca. Aveva 70 anni e lascia un bel ricordo di se'. Tante le attestazioni di stima e affetto rivolte alla sua famiglia
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Cordoglio ad Osimo per la morte improvvisa di Giuseppe Beccacece. Volontariato e mondo politico piangono la sua scomparsa avvenuta oggi pomeriggio all’ospedale di Torrette per un infarto cardiaco. Avvertendo un dolore improvviso Giuseppe, Peppe per gli amici, si era recato  al pronto soccorso dell’ospedale di Osimo per fare una radiografia.

Giuseppe Beccacece

Qui i medici hanno capito subito che erano in atto una crisi cardiaca e lo hanno trasferito all’ospedale regionale dove avrebbe dovuto essere sottoposto ad un intervento chirurgico urgente alle coronarie. La morte è sopraggiunta prima, verso le 17. Beccacece, aveva 70 anni e per 15 era stato consigliere comunale in quota Liste civiche. Si accalorava se doveva portare avanti una battaglia ma sapeva dialogare e conosceva sopratttutto l’arte della mediazione e della diplomazia che permette di ascoltare senza pregiudiziali.  Aveva anche ricoperto il ruolo di vice presidente del consiglio comunale eletto dall’assemblea cittadina, protagonista nel corso degli anni con i gruppi ‘Lista per Latini-Forza Osimo’ e poi con ‘Liberi e Forti’.

Il sindaco dem Simone Pugnaloni che in passato si era trovato spesso su opposte posizioni politiche sui banchi della Sala Gialla è stato il primo a esprimere le condoglianze alla famiglia. «Ci ha lasciato un grande amico. Un uomo capace, dinamico, determinato. – ha scritto Puignaloni – Una figura storica per Osimo prima alla Lenco Italia, poi Sogemi, oggi Ce.bi., ne era responsabile amministrativo. Insomma, chi non lo conosceva. Ero un uomo impegnato in politica e nel volontariato. Tre legislatura in consiglio comunale, un avversario con il quale mi confrontavo spesso perche sempre costruttivo, si animava spesso per la citta’ e per la sua frazione, Osimo stazione. Aveva dato vita alla Misericordia ad Osimo stazione di cui era revisore dei conti. Davvero encomiabile il suo impegno a servizio degli altri. Grazie davvero! Ciao Peppe! A nome mio personale e di tutta la citta’ le piu sentite condoglianze per la morte di Giuseppe Beccacece».

Anche il presidente del Consiglio, Giorgio Campanari, che vive ad Osimo Stazione come la famiglia Beccacece ha avuto parole d’affetto per questa uomo «buono e generoso, che ha dedicato la vita al prossimo, a Osimo Stazione e a tutta la città. Un punto di riferimento importante per tantissime persone, sempre pronto ad ascoltare e a risolvere i problemi. Un grande esempio il suo straordinario attivismo civico, dallo sport al sociale e tanto altro, sempre presente e sempre in prima fila per dare il suo aiuto. Ciao Peppe, farò tesoro dei tanti consigli che mi hai sempre dato, dimostrando che la buona politica si fa senza colori o appartenenze ma semplicemente per il bene comune e la vicinanza ai propri concittadini». Dopo la pensione Beccacece aveva intensificato il suo impegno nel panorama del volontariato sociale lasciando un’impronta anche nella Misericordia Osimo. A confermarlo è proprio il governatore della confraternita Claudio Gioacchini.«Peppe era stato il responsabile amministrativo della Sogemi e fondatore della Misericordia ad Osimo Stazione di cui era revisore dei conti. – ricorda Gioacchini – Una persona determinata, sempre aperta all’ascolto degli altri. Sentiremo tanto la sua mancanza. Vanno alla famiglia e a tutti i suoi cari le nostre più sentite condoglianze».

«Era un uomo stimato, di grande valore umano. Ci stringiamo nel dolore della famiglia per la perdita di una persona davvero speciale. Riposa in Pace Peppe, sentite condoglianze a Gabriella, ai figli ed a tutta la famiglia» ha aggiunto il gruppo consiliare Liste civiche. Ma le parole più belle gli sono state dedicate dall’ex assessore Francesca Triscari, leader di Liberi e Forti: «Ciao carissimo amico mio, compagno di tante battaglie, sempre uniti, sempre in comunione di idee e ideali. Sarai sempre nel mio cuore come punto di riferimento. Mi mancherà la tua forza, il tuo coraggio, il tuo grande cuore pronto a spendersi per tutti».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page