facebook rss

“Adotta uno studente”,
il Savoia-Benincasa aderisce

COVID 19 - Arriva anche ad Ancona la campagna contro il digital divide e a favore dell'inclusione. Non tutti gli studenti hanno disponibilità di una rete wi-fi con cui collegarsi a Internet e seguire le lezioni da casa in questo periodo di emergenza sanitaria
Print Friendly, PDF & Email

La preside Alessandra Rucci

 

 

Non tutti gli studenti hanno disponibilità di una rete wi-fi con cui collegarsi a Internet e seguire le lezioni da casa. E così, da un’iniziativa del dirigente scolastico dell’istituto “Puecher Olivetti” di Rho Emanuele Contu è nata la campagna “Adotta uno studente”, alla quale ha subito aderito l’istituto superiore anconetano Savoia Benincasa. «Molti studenti della mia scuola, molti studenti di tutte le scuole, possono connettersi a Internet e seguire le video lezioni dei loro insegnanti solo utilizzando il traffico dati del proprio telefono cellulare – spiega Contu- che tuttavia a un certo punto del mese si esaurisce, lasciandoli senza più alcuna possibilità di collegamento con la scuola, i docenti e i compagni di classe».

Da qui la proposta, subito sposata dalla dirigente scolastica del Savoia Benincasa Alessandra Rucci che l’ha rilanciata alle scuole doriche attraverso i canali social. «Se sapete che nel vostro palazzo o in una casa adiacente alla vostra abitazione c’è uno studente che potrebbe avere problemi di connessione, lasciate aperto il wi-fi domestico e fateglielo sapere. Molti lo stanno già facendo: l’adozione digitale di uno studente è semplicissima, non vi costa nulla, e in questo momento vale davvero tanto». E così, contro il digital divide e a favore dell’inclusione, l’iniziativa è diventata “virale” nel giro di poche ore diffondendosi soprattutto attraverso Facebook. Una bella storia di solidarietà tra cittadini, che potrà consentire a tanti ragazzi di seguire videolezioni e collegamenti online in tutta tranquillità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X