facebook rss

Fioriere per dividere gli ombrelloni:
il progetto green per la spiaggia Covid-off
(Video)

L'IDEA nasce da un pool di professionisti anconetani composto da Paolo Pelosi, Pierluigi Vinaccia e Andrea Silvi. Un modo per avere sul litorale delle barriere naturali per mantenere la distanza di sicurezza
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto degli imprenditori

 

Barriere green tra gli ombrelloni per mantenere il distanziamento sociale. E’ questa l’idea pensata dal pool di imprenditori anconetani formato dall’ingegnere Paolo Pelosi, dal designer Andrea Silvi e dall’architetto Pierluigi Vinaccia. Si tratta di un progetto che prevede l’installazione di fioriere e piazzole da collocare sull’arenile per distanziare ombrelloni e lettini. Un’alternativa all’ipotesi di avere pannelli in plexiglass. «Abbiamo pensato ad una sorta di “protocollo” per le spiagge, che consentirà la partenza della stagione balneare nel rispetto delle normative d’igiene sanitaria e dei comportamenti da tenere nella massima tutela dei bagnanti e degli operatori – spiega Vinaccia -. Il concept si fonda si sul distanziamento degli ombrelloni e dei vari accessori come sedute e lettini, ma per garantire l’effettivo mantenimento della distanza minima di almeno  1 metro non si è pensato all’inserimento di una barriera fisica che chiuda e soffochi lo spazio, bensì ad una delimitazione a terra di piazzole versatili, che concedano spazio e aria, regalando ai bagnanti una permanenza alternativa, rilassante, gradevole e “sicura”». Il sistema è a basso impatto economico, ecosostenibile e a ciclo chiuso. Attraverso queste caratteristiche si potrà creare una certificazione Covid-Off con l’ingresso in un circuito di spiagge raggiungibili attraverso una app dedicata.

Vinaccia, Silvi, Pelosi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X