facebook rss

Il sindaco Mangialardi:
«Aiutiamo Marco a tornare a casa»

SENIGALLIA - Video-appello del primo cittadino a sostegno della raccolta fondi per il 31enne ancora ricoverato a Bali dopo l'incidente stradale
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Maurizio Mangialardi nel video messaggio a sostegno di Marco Raffaeli

 

Mancano poco meno di 8mila euro per chiudere la raccolta fondi a 100mila. Un somma che aiuterà  a sostenere i costi delle cure e poi a riportare a casa, a Senigallia, Marco Raffaeli, il 31enne ancora ricoverato in un ospedale a Bali, in Indonesia, dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale. Anche il sindaco Maurizio Mangialardi si è unito al coro di voci che vorrebbe chiudere in volata il crowdfounding  aperto dagli amici del ragazzo sulla piattaforma gofundme.com. In un video-messaggio il primo cittadino di Senigallia ieri sera ha lanciato un appello. «Marco ha bisogno di ritornare agli affetti, alla vicinanza dei genitori e dei fratelli – spiega Mangialardi –. Però questa operazione è estremamente costosa, sia per il trasporto in patria che per le spese di assistenza. Per questo vi chiedo di sostenere la raccolta fondi creata ad hoc dagli amici È il momento di stringerci attorno al nostro concittadino, per portarlo a casa». Nei giorni scorsi il fratello di Marco che vive in Australia, è riuscito a raggiungerlo a Bali, nelle clinica dove è ricoverato.

Un aperitivo ‘virtuale’ per Marco Raffaeli

Contro un camion in motorino a Bali, Marco è in terapia intensiva: possibile rimpatrio con equipe medica

Incidente a Bali: «Marco non rimarrà solo Il ministro Di Maio sta seguendo il caso»

In ospedale a Bali dopo un incidente: crowdfunding per aiutare Marco a curarsi e a rientrare a Senigallia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X