facebook rss

Controlli dei parchi,
smontati i canestri
per evitare assembramenti

FABRIANO - Week end tranquillo in città. Il sindaco Santarelli ha verificato il rispetto delle regole ma è stato costretto a far smontare i ferri nell'area del campetto da basket vicino al palazzetto per non attirare i gruppi di ragazzini
Print Friendly, PDF & Email

Il sentiero attrezzato di Valleremita (Fabriano)

 

 

Week end trascorso in tranquillità a Fabriano. Il sindaco Santarelli ha continuato a tenere sotto controllo il passeggio nei parchi per evitare situazioni di aggregazione nella fase 2 dell’emergenza sanitaria e tutto sommato non sono state segnalati disguidi. «Tra ieri sera e stamattina mi sono confrontato con Polizia municipale, Polizia di Stato e Protezione Civile per capire come fosse andata ieri in città in termini di rispetto delle prescrizioni. – ha scritto su facebook il primo cittadino fabrianese – La Polizia municipale, che ringrazio per il servizio che sta svolgendo, mi ha fatto visionare anche dei video girati proprio nei parchi durante tutto l’arco della giornata. Ho avuto sostanziale conferma di quanto ho potuto vedere io direttamente facendo diversi sopralluoghi soprattutto nei parchi cittadini. Tante persone hanno deciso di andare nei parchi ed è stato bello vedere tante famiglie godersi gli spazi verdi con i propri bambini. La maggior parte delle persone indossavano le mascherine e in generale le distanze sono state rispettate. Sono stati segnalati pochi episodi di mancato rispetto delle indicazioni date, soprattutto casi di persone troppo vicine sedute sulle panchine o a formare gruppi. Su questo aspetto bisogna prestare maggiore attenzione e seguire l’indicazione che in caso di impossibilità di mantenere le distanze è necessario anche negli spazi all’aperto indossare la mascherina».

Il sindaco ha anche invitato i concittadini a segnalare sì ciò che non va ma anche ad essere oggettivi. «Ho anche letto molti commenti sui social che sono comunque sempre utili per avere un po’ il polso della situazione. Permettetemi di dire che non possiamo trasformare questa fase in uno scontro tra guardia e ladri ed esacerbare gli animi lanciando accuse e anatemi. – aggiunge nel suo lungo post – Dobbiamo riabituarci a vedere tanta gente in giro, più del solito per fortuna perchè in molti rinunciano ad andare fuori città, senza aver paura e senza puntare il dito. Noi continueremo a fare i controlli con tutte le difficoltà dovute a un territorio molto vasto e a prendere provvedimenti se dovesse essere necessario. Quello che vi chiedo è di rispettare i volontari della Protezione Civile nel momento in cui, svolgendo il ruolo di aiuto nei controlli che gli è stato assegnato, vi dovessero richiamare all’osservanza delle prescrizioni. Dunque chiedo collaborazione nell’affrontare questa fase. Un’ultima cosa: nei giorni scorsi diversi ragazzi mi hanno contattato per chiedere se era possibile andare a fare due tiri al campetto da basket. La raccomandazione è stata quella di evitare di raggrupparsi per non costringermi a prendere provvedimenti. Purtroppo nonostante ci siano ben 3 canestri nell’area di fronte al palazzetto abbiamo notato che durante tutta la giornata hanno continuato a formarsi gruppi che utilizzavano un solo canestro. Per questo motivo a malincuore ho dovuto chiedere di smontare momentaneamente i ferri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X