facebook rss

La spiaggia divisa tra Ancona e Falconara
diventa un ‘caso’ nazionale

DIVIETI - Questa mattina, le telecamere di Mattino Cinque hanno raggiunto il litorale, dove era presente il sindaco Signorini. Sulla questione sono intervenuti anche il governatore pugliese Emiliano e il quotidiano La Stampa
Print Friendly, PDF & Email

Il frame di Mattino 5 con il sindaco Signorini

 

Ancona, Falconara e il caso della spiaggia di Palombina divisa a metà. Dal 4 maggio, il sindaco Stefania Signorini ha consentito ai concittadini di passeggiare e correre lungo il litorale. Valeria Mancinelli no. Almeno fino al 17 maggio, ultimo giorno dei divieti, rappresentati da cartelli, nastri e membri della rete di protezione civile. Il checkpoint dorico-falconarese è balzato alle cronache nazionali, attirando La Stampa e Mattino Cinque che, oggi,  ha portato in diretta le sue telecamere nel tratto di Palombina dove è consentito fare attività motoria. Ad attenderle, c’era Stefania Signorini: «Ho ritenuto di aprire la spiaggia di Falconara  per offrire un ulteriore spazio per l’attività motoria, in modo da evitare assembramenti. È stato un segnale di fiducia verso i cittadini e di vicinanza verso gli operatori balneari falconaresi che hanno investito nelle loro attività e chiedono di poter ripartire.  Ci sono 26 stabilimenti balneari, che rappresentano una realtà molto importante per il nostro territorio» ha detto il primo cittadino. Sulla spiaggia divisa a metà è intervenuto anche il governatore pugliese Michele Emiliano: «Penso che camminare sulla spiaggia, distanziati e prendere un po’ d’aria corrisponda a quella attività motoria autorizzata dal decreto. Credo che la sindaca abbia avuto ragione ad applicare il buonsenso. Salvo che la sindaca di Ancona temesse di non essere in grado di gestire il principio di responsabilità dei suoi cittadini. Quello è un altro discorso». Del caso di Palombina si è anche occupato il quotidiano torinese La Stampa con un articolo intitolato: ‘Stesso mare, regole diverse: fra Ancona e Falconara il muro di Berlino in spiaggia’. Ieri, prima domenica dopo la fine del lockdown, il confine è stato presidiato dai volontari della protezione civile. Tante le persone che hanno raggiunto, rigorosamente da Falconara, il checkpoint per prendere atto della situazione e farsi un selfie davanti ai nastri biancorossi. Con la riapertura del tratto anconetano fissata per il 18 maggio, la spiaggia – secondo l’ordinanza sindacale – non sarà comunque fruibile durante il weekend.

(fe.ser) 

Palombina, passeggio e selfie fino ai confini della spiaggia vietata (Foto/Video)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X