facebook rss

Nelle Marche 15 Bandiere blu
Confermate Ancona, Senigallia,
Numana e Sirolo

I RICONOSCIMENTI per le località balneari assegnati dalla Fee: nessun nuovo ingresso nella nostra regione
Print Friendly, PDF & Email

La spiaggia di San Michele, a Sirolo

 

Bandiere blu, le Marche si confermano al quarto posto in Italia con 15 riconoscimenti. Nessun nuovo ingresso. E così mentre gli operatori  si apprestano ad affrontare una stagione difficilissima a causa dell’emergenza Covid, la nostra regione si conferma al top in Italia quanto a località balneari secondo la Fee. Alla base delle scelte della ong non c’è solo la qualità delle acque di balneazione, certificata dalle analisi svolte negli ultimi anni dalle Agenzie regionali per la Protezione ambientale. Contano anche la gestione ambientale, i servizi e la sicurezza.   E quest’anno sono 195 i Comuni italiani che hanno ottenuto la Bandiera blu, 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso. I nuovi ingressi sono 12, e non c’è nessuna uscita. Al primo posto sale la Liguria con 32 località e due nuovi ingressi. Segue la Toscana con 20 località (un nuovo ingresso), la Campania raggiunge le 19 Bandiere con un nuovo ingresso, poi Marche e Puglia con 15. Per quanto riguarda la nostra regione le località premiate sono le stesse dell’anno scorso: Ancona, Senigallia, Numana e Sirolo nell’Anconetano; Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto nell’Ascolano; Fermo, Pedaso, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio nel Fermano; Civitanova Marche e Potenza Picena nel Maceratese; Pesaro, Fano, Mondolfo e Gabicce a Mare nel Pesarese. Paolo Marasca, assessore alla Cultura di Ancona: «In un periodo complesso come questo, è importante partire da quello che sappiamo di essere la conferma della Bandiera Blu ci dice che ogni anno si migliora e aumentano reti, collaborazioni, cooperazione e consapevolezza. Tutte qualità fondamentali per attraversare questo momento mantenendo la nostra forza, e contando su competenze, ambiente e bellezza». Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia: «In questo momento così difficile e complicato  la conferma della Bandiera Blu per le nostre spiagge e per il Porto della Rovere è un fatto estremamente significativo. Anzitutto perché rappresenta un marchio di qualità fondamentale per chi opera nel settore turistico. Infatti, in un quadro complessivo dominato dall’incertezza, ciò rappresenta un punto fermo che dà forza e fiducia. Dopodiché, ricevere questo riconoscimento per il ventiquattresimo anno consecutivo, l’ottavo per quanto riguarda gli approdi turistici, è la testimonianza che qui è stato fatto qualcosa di davvero importante e duraturo, che nessun virus potrà mai cancellare. Un qualcosa che, come Amministrazione comunale, abbiamo costruito insieme a tanti imprenditori seri, onesti e innamorati del nostro mare e delle nostre spiagge. Penso alla qualità dell’accoglienza e dei servizi pubblici, alla tutela ambientale che ci ha visto, tra le tante altre buone pratiche, diventare il primo comune plastic free d’Italia, agli interventi che hanno riqualificato il nostro porto, rendendolo un luogo sempre più bello, più vivo e più sicuro, pienamente godibile sia dai nostri concittadini che dai turisti. Sono certo che da questo patrimonio di competenze e passioni sapremo ancora una volta ripartire».

Foto d’archivio di Mezzavalle (Portonovo)

La spiaggia di Numana, estate 2019

La Rotonda e la spiaggia di Velluto di Senigallia (foto d’archivio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X