facebook rss

«La app? Facile da usare ma che fatica
quando il telefono non prende»

ANCONA - Le voci dei bagnanti che questa mattina erano in procinto di percorrere lo stradello di Mezzavalle. C'è chi ha prenotato al momento, chi è arrivato da Teramo e ha dovuto fare i conti con la connessione debole della rete. In quest'ultimo caso, il check-in viene eseguito a mano
Print Friendly, PDF & Email

Serena De Remigis

 

di Alberto Bignami (foto di Giusy Marinelli)

Smartphone in una mano e telo o ombrellone nell’altra: la fila per scendere a Mezzavalle è iniziata con le prime ore del mattino. I bagnanti che hanno voluto approfittare della giornata di sole, non si sono fatti intimorire dalla nuova esperienza portata dall’app iBeach. «E’ una cosa nuova, ma anche interessante – spiega Edoardo Di Teodoro, in attesa di accedere allo stradello -. Abbiamo preso appuntamento e, a questo punto, vedremo a fine giornata se ha funzionato come si deve».

Marco Fofi

Quando si parla di app, si pensa anche ad eventuali difficoltà che si potrebbero riscontrare «ma devo dire che è a prova di bambino – fa Marco Fofi -. Molto semplice, la trovo davvero ben fatta. Mi sono registrato e ora potrò stare per il tempo che voglio». Paolo Paparoni esordisce invece con un «Speriamo bene. L’app ogni tanto si blocca ma mi auguro di essere stato registrato e di non finire nella blacklist». Alcuni problemi sono infatti stati riscontrati da chi aveva una determinata compagnia telefonica, che all’inizio di Mezzavalle non dà segnale, e chi aveva un iPhone. «Mi sono trovato bene con quest’app – dice Roberto Signorini -. Addirittura ho prenotato il posto in questo momento e starò al mare fino a metà pomeriggio. Trovo che funzioni perfettamente».

Roberto Signorini

«Senza connessione in questo punto – commenta Serena De Remigis – non riesco a fare nulla. Siamo partiti da Teramo questa mattina, dopo aver fatto la prenotazione ma adesso – conclude – non riesco ad aprire né l’email né l’applicazione e non riesco a dimostrare che effettivamente ho seguito tutte le istruzioni».

Paolo Paparoni

E’ in casi come questi che si rende più che mai necessario l’intervento dello steward. Davide Crispino spiega ogni volta come fare «anche se devo dire che sono tutti molto informati. Purtroppo – prosegue Crispino – ad alcuni, in questo punto, il telefono non prende. Bisogna un po’ spostarsi e attendere la tacchetta del segnale altrimenti, in spiaggia c’è comunque il wifi. Inoltre – conclude – per precauzione registro tutti quelli che non hanno potuto fare il check direttamente da qui anche per dargli una maggiore tranquillità avendo timore che possano poi finire nella ‘blacklist’ e non poter poi prenotare nuovamente anche nel prossimo fine settimana».

L’esordio di iBeach a Mezzavalle: fila all’imbocco dello stradello, check-in ‘varato’ dallo steward (Foto)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X