facebook rss

Ponte danneggiato, partono
i lavori per la nuova rampa
di accesso alla superstrada

JESI - Oggi pomeriggio prenderà in via la realizzazione della infrastruttura all’altezza dello svincolo Jesi Est che permetterà il ripristino del transito lungo la Ss 76 dopo gli incolonnamenti di mezzi dei giorni scorsi. Danni ingenti e irreversibili al sottopasso che dovrà essere demolito e ricostruito
Print Friendly, PDF & Email

Un momento del sopralluogo per valutare i danni all’infrastruttura danneggiata

 

Dopo l’incidente che ha danneggiato un ponte della Ss 76 e i disagi con i chilometri di incolonnamento mezzi formati nel week end, prenderanno il via questo pomeriggio i lavori di realizzazione di una nuova rampa di accesso alla superstrada, all’altezza dello svincolo Jesi Est che dovrà permettere il ripristino del transito lungo la Ss 76.

I danni causati dal camion

È quanto emerso dall’incontro tenutosi questa mattina tra i tecnici dell’Anas e del Comune di Jesi, alla presenza dell’assessore ai lavori pubblici Roberto Renzi.  La rampa, a detta dei responsabili dell’Anas, sarà completata nel giro di un paio settimane e sarà posizionata all’ingresso di Via Zanibelli. I residenti di quella zona avranno pertanto come unico accesso quello dalla parte opposta (passando cioè, dietro la Rusticanella, da via Moriconi e via Adeodato Pieralisi). «Dunque l’odissea che sta vivendo l’Asse sud da sabato scorso proseguirà purtroppo per altri giorni, – sottolinea una nota del Comune di Jesi –  non essendoci materialmente altre strade dove dirottare il traffico della superstrada con direzione Roma-Ancona. Polizia locale e polizia stradale sono impegnate con le proprie pattuglie per disciplinare la circolazione agli svincoli e nei punti di maggiore criticità, ma di fatto i 12 chilometri che vanno dallo svincolo di Jesi Ovest, dove vi è l’obbligo di uscita dalla superstrada, e lo svincolo di Monsano formano un unico incolonnamento. Ai residenti di Jesi si consigliano percorsi alternativi per non restare imbottigliati nel traffico». Relativamente alla situazione del sottopasso, i tecnici hanno certificato che le lesioni alle travi sono insanabili e dunque sarà necessario procedere alla demolizione e successiva ricostruzione. Una prima analisi quantifica in circa un milione di euro il danno e in cinque-sei mesi i tempi per la ricostruzione.

Ponte danneggiato, l’appello di Bacci «La città di Jesi non venga lasciata sola in questa emergenza»

Camion danneggia un ponte, chiusa la superstrada tra Jesi e Monsano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X