facebook rss

Giornata mondiale delle Pmi:
Osimo laboratorio di idee
per un Rinascimento industriale

IMPRESA – Sabato prossimo il Comune organizza un dibattito online sul patrimonio manifatturiero della nostra regione e sulle strategie per affrontare le sfide future. Tra gli interventi, anche Marco Bentivogli
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Fare di un’eccezione un’eccellenza. Trasformare le Marche manifatturiere in un laboratorio progettuale di cultura imprenditoriale e luogo del Rinascimento industriale in Italia. È la prospettiva da cui muove l’iniziativa online del Comune di Osimo, nell’ambito del progetto OsimoLab, in occasione della Giornata mondiale delle Piccole e Medie Imprese (Pmi), celebrata ogni anno dall’Onu – Organizzazione delle Nazioni Unite il 27 giugno. L’incontro, la cui diretta streaming può essere seguita dalle ore 18 alle 19.30 sul sito istituzionale del Comune (www.comune.osimo.an.it) e sui relativi canali social, si intitola “Un patrimonio mondiale: le Marche manifatturiere. Scienza, Managerialità, Cultura, Innovazione per un nuovo Rinascimento industriale” e si propone di mettere a fuoco i problemi del settore, segnato da una lunga crisi, aggravata ora dalla pandemia Covid-19 e di proporre strategie e soluzioni, con un approccio multidisciplinare: imprenditoriale, manageriale, accademico, scientifico, culturale. L’obiettivo è di fornire un contributo per favorire lo sviluppo delle Pmi marchigiane, tenendo insieme tradizione locale, know how specifico, partecipazione femminile, innovazione e mercato internazionale.

Il dibattito, quindi, sarà animato dagli interventi di Marco Bentivogli, dell’imprenditore Enrico Loccioni, dell’esperto di internazionalizzazione Claude Ngirumpatse, dell’astrofisica e Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana Francesca Faedi, del presidente Cam – Polo Tecnologico Produttivo Integrato Marco Scalmati, dell’ingegnere di Visionaprogetti Andrea Andreucci e del professore emerito di Politica Economica dell’Università Politecnica delle Marche Pietro Alessandrini, a cui saranno affidate le conclusioni. A portare i saluti istituzionali, il sindaco Simone Pugnaloni e l’assessore comunale allo Sviluppo economico Michela Glorio, mentre a coordinare i lavori sarà Frida Paolella, Consigliera delegata ad OsimoLab e Politiche europee.

Frida Paolella

«Le Marche sono una regione dall’indole manifatturiera e con il 95 % di micro-imprese rappresentano un’eccezione nel panorama nazionale – spiega Frida Paolella, promotrice dell’iniziativa – e l’Italia è la seconda potenza manifatturiera d’Europa. Quindi abbiamo le carte in regola per diventare una regione-laboratorio di cultura imprenditoriale, ma per affrontare vecchie e nuove sfide occorre investire di più su managerialità, cultura scientifica e materie Stem (Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Matematica), con particolare attenzione al coinvolgimento dell’universo femminile». L’iniziativa web di OsimoLab per la Giornata mondiale delle PMI è in linea anche con l’Obiettivo 9 dell’Agenda 2030 dell’Onu “Industria, innovazione, infrastrutture”, che, a sua volta, ha implicazioni su altri Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, come il numero 8, su “lavoro dignitoso e crescita economica” o il numero 12, su “consumo e produzione responsabili”.

Tutti siamo chiamati ad immaginare e creare un futuro migliore, che coniughi crescita e sostenibilità. E le Pmi sono protagoniste assolute. Specie in una fase storica in cui internazionalizzazione, economia circolare e digitalizzazione sono, al contempo, spinta inevitabile e irrinunciabile opportunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X