facebook rss

Vandali scatenati tra furti e danni,
la condanna del sindaco:
«Atti delinquenziali di quattro sfigati»

ANCONA - Assaltato il Teatro Panettone, il centro sportivo di Ponterosso e la sede della Misericordia di Torrette. Il sindaco: «Qui c'è mancanza di senso civico, di rispetto dei beni di tutti, perché oltre all'indignazione poi paghiamo tutti il vetro rotto, la sicurezza, i lavori di ripristino. Con le nostre tasse»
Print Friendly, PDF & Email

Raid ladresco nella sede del Ponterosso Calcio

 

Vandali in azione: scia di furti e danni tra Ponterosso e Torrette. Assaltati il Panettone, le sedi del Ponterosso Calcio e dell’associazione Misericordia. La condanna del sindaco Valeria Mancinelli in un post sulla sua pagina Facebook: «Non sono bravate e non intendo affatto minimizzarle. Sono atti delinquenziali. E come tali vanno trattati». Nel centro sportivo del Ponterosso di via Ruggeri, i vandali hanno spaccato la porta del magazzino dopodiché sono entrati per distruggere i distributori automatici e rubare le merendine.  «Pensavo che avessero rubato i soldi – racconta il presidente, Alessandro Micheli -, invece hanno preso solo gli snack facendo comunque danni per migliaia di euro». Il blitz vandalico sarebbe accaduto «tra le o 20 e le 23 – riprende – perché intorno alle 23.30 alcuni ragazzi che frequentano il campo e che si danno appuntamento qui, hanno notato le luci accese». Subito si sono precipitati nell’avvisare il presidente che, giunto sul posto ha visto «il disastro e ho chiamato immediatamente la polizia». Volanti e polizia Scientifica sono arrivati per effettuare tutti i rilievi del caso «andati avanti fino a notte fonda. I ladri – continua spiegando la dinamica ricostruita per il momento – sono entrati dal magazzino in cui teniamo i palloni poi – aggiunge – hanno spaccato la finestra dei bagni e quindi la porta. Infine, si sono diretti alle macchinette frantumando i vetri con, probabilmente, un sasso che abbiamo ritrovato su un vicino divanetto». Il raid vandalico purtroppo non è il primo che avviene nella struttura.

L’oblò del Panettone

I vandali, probabilmente gli stessi data la vicinanza delle strutture prese di mira, hanno colpito anche il Teatro Panettone, dove hanno divelto gli oblò delle porte del complesso di via Maestri del Lavoro. Danneggiamenti anche nella sede dell’associazione Misericordia a Torrette, in una parte dei locali dell’ex Centrale del Latte,  dove le Volanti sono intervenute questa mattina. Alcuni volontari hanno trovato il montante di una porta d’ingresso situata al primo piano completamente distrutta. Danni sono stati fatti anche al muro esterno. Dal garage è pure sparita una bici da bambino. Gli accertamenti da parte della polizia sono in corso. Lo sfogo social del primo cittadino che ha postano anche le foto dei danneggiamenti: «Queste sono le foto delle azioni vandaliche di ieri al Panettone e nel complesso sportivo di Ponterosso. So bene che facendole vedere, gli autori del gesto godranno pure di un sussulto di popolarità. Ma le mostro perché ho intenzione di rendere chiaro alla stragrande maggioranza di cittadini perbene di ciò che quotidianamente occorre affrontare. Abbiamo telecamere ovunque, potenzieremo tutto, le forze dell’ordine sono impegnate costantemente. Ma qui c’è mancanza di senso civico, di rispetto dei beni di tutti, perché oltre all’indignazione poi paghiamo tutti il vetro rotto, la sicurezza, i lavori di ripristino. Con le nostre tasse. Non sono bravate e non intendo affatto minimizzarle. Sono atti delinquenziali. E come tali vanno trattati. C’è un grande lavoro di educazione da fare, entro il quale c’è anche la necessità di reprimere questi fenomeni con decisione. Anche la collettività può fare molto, e i ragazzi perbene possono aiutare ad isolare. La nostra comunità è decisamente più forte di quattro “sfigati” in cerca di popolarità».

(Redazione CA)

(ultimo aggiornamento alle 21,20)

La macchinetta distrutta a Ponterosso

La finestra del bagno scardinata

Panettone

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X