facebook rss

Mura storiche ripulite delle erbacce

OSTRA - L' operazione portata a termine con l'utilizzo di una miscela di prodotti di contrasto di origine naturale biodegradabili ed ecocompatibili, privi di effetti collaterali per l'uomo
Print Friendly, PDF & Email

 

Via le erbacce dalla mura storiche di Ostra. Sono terminati i lavori di ripulitura e disinfestazione della cinta muraria del paese. «Da alcune settimane, Ostra può finalmente vantarsi di aver recuperato lo splendore della propria cinta muraria, grazie all’azione della Amministrazione Fanesi ed al lavoro degli operai comunali.- fa sapere il gruppo di maggioranza Progetto Ostra –. Un intervento che dovrebbe essere di ordinaria amministrazione ma, considerato lo stato di incuria protrattosi  è diventato ora del tutto straordinario. Così come straordinario è stato il risultato ottenuto: uno spettacolo che ha stupito coloro che passandovi attorno, a piedi o in macchina, hanno visto finalmente le nostre mura libere da erbaccia e degrado che da anni le avvolgeva, deturpandole e rendendole un pessimo biglietto da visita per turisti e visitatori. Molti nostri concittadini hanno dichiarato di non aver mai visto le mura così ben curate»

L’operazione è stata effettuata con l’utilizzo di una miscela di prodotti di contrasto di origine naturale (come l’acido pelargonico, ricavato dal cardo), totalmente biodegradabili ed ecocompatibili, privi di effetti collaterali per l’uomo e assolutamente non nocivi per animali ed insetti, come certificato dalle schede tecniche allegate ai prodotti.«Grande attenzione, dunque, è stata prestata dall’Amministrazione Fanesi nella scelta dei prodotti più adeguati per rimuovere la gran quantità di erbe infestanti, al fine di non danneggiare il patrimonio murario, nel pieno rispetto dell’ambiente e della normativa vigente in materia. – chiude il comunicato – Un intervento, che rientra in un quadro più vasto di recupero e di conservazione del centro storico, che denota grande attenzione ed affetto per la nostra città, in netta contrapposizione con chi, in un recente passato, ha fatto del degrado urbano il proprio marchio di fabbrica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X