facebook rss

Ferragosto sui monti e nelle aree protette:
intensificati i controlli dei forestali

SICUREZZA - Saranno 76 militari a presidiare il territorio regionale. Nella nostra provincia, monitorato il Parco del Conero e la Gola della Rossa
Print Friendly, PDF & Email

I forestali sul Conero

 

Come ogni anno, il giorno di Ferragosto i carabinieri forestali presidieranno il territorio rurale e montano delle Marche al fine di fornire supporto ai turisti e contrastare condotte dannose per l’ambiente.  Il servizio di vigilanza e presidio del territorio per garantire la sicurezza dei cittadini, sarà svolto da 76 militari suddivisi in 38 pattuglie, che in quest’anno particolare si concentreranno nei territori montani dove il turismo è incrementato sensibilmente dopo il lockdown.  Le centrale operativa , come sempre, risponderà anche alle segnalazioni dei cittadini al numero di emergenza ambientale 1515 ed opererà in costante raccordo con gli ufficiali di turno in ambito provinciale. I servizi saranno svolti prioritariamente nelle aree protette, tra cui il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, il Parco Regionale del Monte Conero, la Gola della Rossa – Frasassi, Monte San Bartolo, Sasso Simone e Simoncello. In particolare, saranno effettuati servizi nelle zone a maggior pregio naturalistico del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, la Valle del Lago di Pilato e il Piano della Gardosa in Comune di Montemonaco (AP), la Valle dell’ Infernaccio, in Comune di Montefortino (FM), il Lago di Fiastra (MC), il Monte Bove, con pattuglie  che controlleranno il corretto svolgimento delle attività turistiche ed escursionistiche, così da garantire la sicurezza delle persone, evitando danni all’ambiente e disturbo alla fauna selvatica con particolare riguardo al camoscio appenninico presente nella valle del Monte Bove. Nel Parco Regionale del Conero ci saranno anche i Carabinieri Forestali a cavallo a presidiare le vaste formazioni mediterranee e i boschi misti del territorio. Dal mese di luglio il reparto a cavallo è operativo e proseguirà la sua attività per tutto il periodo estivo in modo da garantire supporto ai numerosi turisti che frequentano l’area protetta, in particolare nelle aree lontane dalle strade e difficili da raggiungere con gli automezzi.

I carabinieri forestali (foto d’archivio)

I servizi saranno principalmente finalizzati a garantire l’osservanza dei regolamenti e delle buone prassi di fruizione della montagna, per evitare che si verifichino incidenti e smarrimenti, essendo stati numerosissimi gli interventi di soccorso di persone disperse dall’inizio della stagione estiva ad oggi, che hanno impegnato i carabinieri e le altre forze del sistema di protezione civile. A tal fine, si raccomanda a tutti i visitatori di fruire in modo responsabile delle zone naturalisticamente più belle e vulnerabili, di non allontanarsi dai sentieri, di non accendere fuochi, di non introdurre cani nelle aree interdette, di evitare schiamazzi e rumori intensi, di non gettare rifiuti e di segnalare al 1515 qualsiasi comportamento scorretto in modo da poter prontamente garantire l’intervento dei Carabinieri Forestali a tutela della sicurezza delle persone e dell’integrità dell’ambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X