facebook rss

Commercio abusivo, blitz dei carabinieri
sulle spiagge del Conero

NUMANA - Sequestrata merce per un valore di circa ottomila euro durante il servizio effettuato ieri sul litorale per la lotta alla contraffazione e agli ambulanti senza regolare autorizzazione. Un 24enne denunciato per resistenza a pubblico ufficiale
Print Friendly, PDF & Email

La merce sequestrata dai carabinieri di Numana

 

 

Controlli a tappeto sulle spiagge della Riviera del Conero. Nella giornata di ieri, mercoledì 26 agosto, la Compagnia Carabinieri di Osimo, nell’ambito di un servizio dedicato alla lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, ha effettuato lungo il litorale del Conero un controllo straordinario, con l’impiego complessivo di 12 militari e 5 autoradio, sanzionando amministrativamente per la vendita in forma ambulante senza la prevista autorizzazione. Nelle rete dei controlli è finito un 24enne di nazionalità bengalese , residente a Porto Recanati, con regolare permesso di soggiorno, sorpreso sul tratto litoraneo di Marcelli a vendere accessori vari per capelli e braccialetti. Il giovane è stato inoltre deferito, in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale, poiché durante il controllo scaraventava addosso ai militari un espositore in legno per poi fuggire verso il centro abitato, bloccato poi a poca distanza. Anche un 41enne di nazionalità senegalese, residente nella provincia di Macerata, con regolare permesso di soggiorno, è stato sorpreso a vendere nei pressi del porto turistico di Numana, cappelli e bandane come altri due cittadini bengalesi regolari sul territorio nazionale, rispettivamente di 62 e 45 anni, residenti ad Ancona, sottoposti a controllo sulle spiagge libere tra Marcelli e Numana, intenti alla vendita di teli mare ed ombrelloni. E ancora è stato controllato un altro bengalese 42enne in regola con il permesso di soggiorno, sorpreso sulla via litoranea nella vendita di borse da donna. Nella zona del porticciolo turistico, occultata sotto le barche poste in rimessaggio, i carabinieri hanno rinvenuto ulteriore analoga merce, verosimilmente accantonata da altri venditori ambulanti privi di autorizzazione. La mercanzia, costituita in complessivi 4.135 pezzi, del valore di circa ottomila euro, è stata sequestrata amministrativamente e depositata presso i magazzini del Comune di Numana.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X