facebook rss

 Fabriano, Vincenza Di Maio
è il nuovo assessore al Sociale

SUBENTRA a Simona Lupini, neo eletta in Consiglio regionale. Ha 42 anni ed esperienza nel settore. Tra i primi impegni la redazione dei Progetti Utili alla collettività (Puc) per i 300 beneficiari fabrianesi del reddito di cittadinanza
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Quarantadue anni, originaria di Cava dei Tirreni, maturità classica e studi universitari in Archeologia interrotti dopo l’inizio del lavoro nel settore del commercio.  Vincenza Di Maio è il nuovo assessore ai Servizi Sociali e alla Persona del Comune di Fabriano ed è stata presentata stamattina dal sindaco Gabriele Santarelli e da Simona Lupini, ex assessore neo eletta in Consiglio regionale, alla quale subentrerà nell’incarico. La Di Maio si è detta emozionata per il nuovo ruolo e pronta a lavorare in tandem con la giunta. «Mi sento onorata della fiducia che il sindaco ha riposto in me – ha detto e voglio dare il meglio cercando di creare progetti validi, primo tra tutti per i beneficiari del reddito di cittadinanza. Sono stata a contato con i navigator per circa 2 anni anche durante il lockdown e so che è importante dare dignità a queste persone». Nel presentarla il sindaco ha chiarito che il nuovo assessore è un vulcano di idee «e noi siamo a caccia di idee da sintetizzare. Vincenza conosce bene il mondo del Sociale e pensiamo che sia la persona giusta. La nuova assessora con delega ai Servizi alla Persona, Anagrafe e Istruzione sostituisce e affianca Simona Lupini che è stata eletta in consiglio Regionale ma che continuerà a seguire il lavoro fin qui impostato e che ha portato in 3 anni a rivoluzionare l’organizzazione dei servizi sociali unificando tutto all’Ambito 10, a mettere in piedi progetti di inclusione sociale quali il cohousing e il Fabriano Social Club e a sostenere con forza e convinzione progetti contro il gioco d’azzardo, di sostegno alle famiglie con una attenzione particolare per i diritti e le esigenze dei minori».

Nell’ultimo anno e mezzo di legisltaura, tra gli obiettivi c’è il completamento del progetto sul Sociale, avviato dalla Lupini, con il rinnovo della convenzione con l’Ambito alla Persona per la gestione di alcuni servizi del Sociale.  Un progetto per il quale Fabriano ha fatto da apripista e sul cui solco lo seguiranno anche altri Comuni dell’area montana. L’assessorato al Welfare amplierà poi i suoi orizzonti di intervento lavorando anche sulle Pari Opportunità e poi sul Reddito Cittadinanza. «Con Vincenza – ha proseguito il sindaco – lavoreremo per affrontare tematiche che sono rimaste un pò in disparte e che occuperanno maggiormente l’attività dell’Assessorato nell’ultimo scorcio di questo mandato: integrazione, pari opportunità e reddito di cittadinanza. Vincenza oltre a una grande energia porta con se l’esperienza fatta in questi tre anni nell’ambito della Commissione Pari opportunità, la conoscenza diretta dei meccanismi legati ai progetti derivanti dal reddito di cittadinanza e potrà contare su numerose importanti collaborazioni». In particolare per quanto riguarda il Reddito di Cittadiannza, anche Fabriano come tutti i Comuni italiani, è infatti chiamato redigere  i Progetti Utili alla collettività (Puc)  per impiegare dalle 8 alle 16 ore settimanali  i suoi 300 beneficiari (dei 500 che percepiscono l’indennità) in alcune attività  sul territorio comunale in collaborazione proprio con l’Ufficio di collocamento ed i navigator.

Sconti su Tari e mense scolastiche: «Un aiuto tangibile per le famiglie»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X