facebook rss

Agenzia Dogane e Authorities,
attivati tavoli tecnici permanenti:
«Porti al centro dello sviluppo»

I PROTOCOLLI firmati oggi a Bologna hanno l'obiettivo di rilanciare la competitività del sistema portuale e logistico del Mar Adriatico Centro Settentrionale e Centrale e di facilitare il lavoro di imprese e operatori del settore attraverso nuove semplificazioni e utilizzo di tecnologie avanzate
Print Friendly, PDF & Email

La firma dei protocolli

 

Questa mattina, nella suggestiva cornice di Palazzo Mercanzia, anticamente adibito a Dogana ora sede della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna, il direttore generale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centro Settentrionale, Daniele Rossi e il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale, Rodolfo Giampieri, hanno siglato i protocolli d’intesa per l’attivazione di tavoli tecnici permanenti. I protocolli hanno entrambi l’obiettivo ambizioso di rilanciare la competitività del sistema portuale e logistico del Mar Adriatico Centro Settentrionale e Centrale e di facilitare il lavoro di imprese e operatori del settore attraverso nuove semplificazioni e utilizzo di tecnologie avanzate. I protocolli si inseriscono in un più ampio piano di ammodernamento logistico e operativo, piano volto a rendere più fluide e più sicure le movimentazioni nel porto e a migliorare le sinergie tra le entità pubbliche e private che vi operano, a salvaguardia degli interessi dello Stato, dei cittadini e degli imprenditori. Come affermato da Minenna, dg ADM: «Stiamo contribuendo – a Ravenna, Ancona e Ortona, così come in altri importanti siti portuali del Paese – alla razionalizzazione e alla digitalizzazione di servizi indispensabili alla vita dei porti. Contiamo così di sostenere e promuovere prima d’ogni altra cosa l’export via mare, ossigeno per l’economia del Paese. Abbiamo gli strumenti per essere altamente competitivi e i porti devono essere il centro dello sviluppo del Paese attraverso le autostrade del mare».  Il presidente AdSP Mar Adriatico Centro Settentrionale, Daniele Rossi ha dichiarato: «Dobbiamo seguire la forte spinta alla digitalizzazione che il mercato richiede ed attuarla nelle procedure doganali significa pensare ad un porto moderno, efficiente e competitivo. Ringrazio ancora il direttore Minenna che sta lavorando con impegno affinchè i porti possano svolgere appieno il proprio ruolo, contribuendo così alla ripresa del sistema produttivo del Paese». A sua volta il presidente AdSP Mar Adriatico Centrale, Rodolfo Giampieri, ha affermato: «Sicurezza e velocità dei controlli sono gli obiettivi della logistica del futuro. Questo accordo dà concretezza a questa necessità e soprattutto rafforza il principio di sistema di Autorità in quanto unisce i porti marchigiani e abruzzesi nell’innovazione e nella digitalizzazione consentendo di valorizzarne le rispettive vocazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X