facebook rss

Moria di pesci: «Nessun virus
o avvelenamento tra le cause»

FALCONARA - È quanto ha stabilito l'istituto Zooprofilattico di Marche e Umbria, cui l'Asur ha consegnato alcuni esemplari di pesci prelevati in spiaggia
Print Friendly, PDF & Email

 

La moria di pesci sulla spiaggia di Falconara

 

Non ci sono virus né avvelenamenti alla base della moria di cefali notata a metà ottobre lungo la costa tra Falconara e Ancona. È quanto ha stabilito l’istituto Zooprofilattico di Marche e Umbria, cui l’Asur ha consegnato alcuni esemplari di pesci morti prelevati il 14 ottobre scorso. L’indagine era partita da una segnalazione dell’ufficio ambiente del Comune di Falconara e da una della Capitaneria di porto.«Gli uomini della sezione falconarese della Capitaneria, guidati dal comandante Armando Passaretti, dopo un sopralluogo avevano accompagnato i tecnici del servizio veterinario l’Asur che avevano proceduto al campionamento. – fa sapere il Comune di Falconara in un comunicato – Nella stessa giornata era stata avvisata anche l’Arpam. L’esito delle analisi dell’Istituto Zooprofilattico, arrivato nei giorni scorsi esclude malattie, così come la presenza di sostanze nocive, che avrebbero comportato la morte anche di altre specie. Hanno infatti dato esito negativo sia l’esame batteriologico, sia la procedura per l’identificazione molecolare di virus».

Interrogazione sulla moria di pesci rilevata sulla spiaggia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X