facebook rss

A Porta Marina inaugurata
la panchina rossa: «Simbolo del posto
di una donna che non c’è più»

CASTELFIDARDO - Stamattina la cerimonia alla quale hanno preso parte con il sindaco Ascani, l'assessore Cittadini e alcuni studenti dell'Iis Laeng Meuccia. L'iniziativa è frutto dell'idea e del lavoro della Consulta Pari Opportunità
Print Friendly, PDF & Email

Un momento dell’inaugurazione della panchina rossa

Inaugurata stamattina in diretta Facebook la panchina rossa di Castelfidardo in memoria delle donne vittime di violenza, installata nelle vicinanze di Porta Marina. «Questa panchina vuole essere un simbolo per ricordare a tutti che la violenza è una sconfitta per tutti, oltre che un crimine. – ricorda l’assessore Romina Calvani – Non sarà certo la soluzione a tutto il male che quotidianamente viene fatto, ma sarà lì a ricordarci e a sollecitare di segnalare episodi violenti, fisici o psicologici».

Il sindaco Roberto Ascani presente alla cerimonia di inaugurazione

Aggiunge il sindaco Roberto Ascani che si tratta di «un simbolo che vuole rappresentare il posto di una donna che non c’è più, portata via dalla violenza maschile. Grazie alla Consulta pari opportunità, all’Iis Laeng Meucci (erano presenti alcuni studenti ndr) e all’Assessorato alle pari opportunità per aver condotto in porto anche quest’anno una bellissima iniziativa, che mette un segno e un ricordo permanente ad una macchia ignobile della nostra società». L’iniziativa è frutto dell’idea e del lavoro della Consulta, in collaborazione con l’Assessorato alle pari opportunità, rappresentato stamattina dall’assessore Ruben Cittadini.

L’assessore Romina Calvani

Una panchina rossa in ricordo delle vittime di femminicidio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X