facebook rss

Un pool di esperti per Acquaroli,
la Regione costituisce il comitato tecnico

POLITICA - Deliberato l'avvio della procedura, sarà composto da non più di cinque avvocati o prof. Collaboreranno con la giunta per l'attività legislativa. A ciascuno di loro 15mila euro l'anno
Print Friendly, PDF & Email

 

acquaroli-6-325x217

Il governatore Francesco Acquaroli

 

La Regione cerca avvocati e prof. In particolare la Regione Marche ha da poco deliberato l’avvio della procedura di costituzione del Comitato tecnico-consultivo per la legislazione, previsto dall’articolo 20 della legge regionale 20/2001, «per coadiuvare il presidente e la giunta regionale nella elaborazione delle iniziative legislative e normative di competenza e nell’esame e nella valutazione delle questioni di rilievo istituzionale, nonché nella verifica di fattibilità degli atti legislativi proposti. Il Comitato è costituito da non più di cinque esperti scelti tra specialisti qualificati in discipline giuridiche di interesse regionale, estranei all’amministrazione regionale, nominati per la durata della legislatura regionale. E’ richiesto –  specifica il testo – il possesso di titolo di professore ordinario o associato nei settori scientifico – disciplinari dell’area delle “Scienze giuridiche”, ovvero l’iscrizione all’albo degli avvocati con abilitazione al patrocinio davanti alle giurisdizioni superiori, nonché competenza specialistica in uno o più dei seguenti settori: diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto dell’Unione europea, diritto civile, diritto commerciale e societario. Il comitato è composto nel rispetto della rappresentanza di genere. Per i dipendenti di amministrazioni pubbliche, l’incarico è subordinato all’acquisizione dell’autorizzazione dell’amministrazione di appartenenza». A ciascun componente del Comitato spetta un compenso annuo di 15mila euro oltre ai contributi previdenziali, all’Iva e all’Irap se dovuti, nonché il rimborso delle spese. Domande entro trenta giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso nel bollettino ufficiale della Regione, al seguente indirizzo di posta certificata: regione.marche.protocollogiunta@emarche.it.

(l. pat.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X