facebook rss

Contributo alla ripartenza,
apre domani il bando

REGIONE - Il vicepresidente Mirco Carloni: «Vista la drammatica situazione in cui versano in questo momento le micro e piccole imprese marchigiane abbiamo recuperato nel bilancio 10milioni». Domande entro il 23 dicembre
Print Friendly, PDF & Email

 

assessore_carloni

Mirco Carloni, vicepresidente della Regione Marche

 

Sarà aperto dalle 8 di domani mattina fino alle 13 di mercoledì 23 dicembre prossimo, il bando per il sostegno alle microimprese a seguito dell’emergenza Covid.

«Vista la drammatica situazione in cui versano in questo momento le micro e piccole imprese marchigiane – spiega il vicepresidente della Regione e assessore alle Attività produttive Mirco Carloni – abbiamo recuperato nel bilancio 10milioni di euro per offrire a queste realtà un contributo fino a mille euro che abbiamo chiamato “contributo alla ripartenza”. I Servizi della Regione hanno fatto in modo di ridurre al minimo la burocrazia per facilitare l’accesso al bando sperando non tanto di dare un ristoro che spetta allo Stato e che speriamo tutti venga liquidato davvero, ma un aiuto a chi vuole rimettersi in gioco, un incoraggiamento a chi vuole ripartire, per le spese di investimento e spese correnti che sosterrà entro il 30 giugno 2021. Con pochi click in moduli informatici in parte precompilati ed inserendo l’Iban, si potrà ricevere il contributo in tempi brevi. Le erogazioni saranno rapide ed i controlli verranno effettuati a campione in una fase successiva».

La manovra prevede contributi a fondo perduto:

per le microimprese nei settori economici di cui all’elenco ATECO approvato;
per le attività commerciali (in ambiti diversi dall’alimentare), artigianali o di servizio svolte all’interno di centri commerciali, di gallerie commerciali, di parchi commerciali, delle aggregazioni di esercizi commerciali ed altre strutture ad esse assimilabili.
Per partecipare in modo sicuro alla richiesta di erogazione dei contributi, occorre essere dotati di credenziali valide per l’autenticazione forte. Si consiglia di ottenere subito, gratuitamente , da uno dei soggetti gestori abilitati, le credenziali di accesso al Sistema Pubblico nazionale di Identità Digitale (SPID): https://www.spid.gov.it/richiedi-spid.

Per richiedere SPID occorre avere a disposizione: la propria tessera sanitaria, un documento valido di identità, un numero di cellulare, un indirizzo mail. Si potrà richiederlo di persona (negli uffici abilitati); attraverso webcam (procedura gratuita con alcuni gestori e a pagamento con altri); on line (disponendo di carta di identità elettronica, tessera sanitaria abilitata o firma digitale).

Non ha bisogno di SPID per accedere alla piattaforma chi possiede già le credenziali: PIN o OTP COHESION, Tessera sanitaria TS-CNS abilitata, Carta Raffaello o altra smart card CNS, Carta di Identità Elettronica. Per ulteriori informazioni consultare la pagina https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Agenda-Digitale/Cittadinanza-digitale

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X