facebook rss

Aeroporto, intesa Regione-Comune:
2,84 milioni di euro di investimenti
«Un supporto per rilanciare lo scalo»

FALCONARA – L'obiettivo primario è migliorare la connessione viaria tra il Sanzio, il casello autostradale e stazione ferroviaria. Riflettori puntati anche su porto e interporto, il governatore: «Infrastrutture che devono essere viste per il valore che possono esprimere in termini di crescita e sviluppo intermodale al di là dei confini regionali»
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra Baldelli, Acquaroli e Signorini

di Martina Marinangeli (foto di Giusy Marinelli)

Quasi 3 milioni di euro per lo sviluppo dell’aeroporto regionale. È stata presentata oggi a Palazzo Raffaello la convenzione definitiva tra Regione e Comune di Falconara Marittima per la realizzazione di opere infrastrutturali a supporto dell’area aeroportuale. Una misura già predisposta dalla giunta guidata da Luca Ceriscioli e ritoccata dall’attuale esecutivo in particolare per quanto concerne il nodo dell’interconnessione tra Sanzio, porto di Ancona e stazione ferroviaria. Il nuovo testo prevede una rimodulazione dei fondi previsti, pari a 2,84 milioni di euro, con poco più di 1 milione destinato a migliorare la connessione viaria tra l’aeroporto, il casello autostradale e la stazione ferroviaria. 

Il governatore Acquaroli

«Aeroporto, porto e interporto possono rappresentare una grande potenzialità per la nostra regione – le parole del governatore Francesco Acquaroli nel presentare il progetto –. Il fatto che fino ad oggi questa potenzialità non sia stata espressa in modo chiaro deve farci riflettere. Il compito delle istituzioni è dare il proprio contributo. Credo che in questa fase particolare queste tre infrastrutture debbano essere viste per il valore che possono esprimere in termini di crescita e sviluppo intermodale al di là dei confini regionali». Pensiero condiviso dall’assessore Francesco Baldelli, che detiene la complicata delega alle Infrastrutture in una regione notoriamente e cronicamente carente in questo ambito: «I collegamenti esistenti con il territorio circostante al capoluogo devono essere migliorati per renderli adeguati alla rete Ten-t, che è una rete dei principali assi della viabilità in Europa in cui Ancona rientra a pieno titolo. Il pacchetto di investimenti programmati, d’intesa con il comune di Falconara, rappresenta un valido supporto per rilanciare l’aeroporto delle Marche e creare un sistema intermodale e interconnesso tra le varie infrastrutture».

Il sindaco Signorini

 

Nello specifico, la convenzione prevede la realizzazione di cinque pacchetti di interventi, coordinati con l’esigenza di migliorare l’infrastrutturazione dello scalo: si parte dall’acquisizione e completamento delle opere di urbanizzazione relative alla realizzazione di una struttura ricettiva, commerciale e parcheggio multipiano, con miglioramento dell’ingresso all’area aeroportuale (previsti anche un tratto di ciclabile, rotatoria, ripavimentazioni, area verde, segnaletica, illuminazione). L’intervento più consistente riguarda il miglioramento delle connessioni (con la risoluzione del nodo di via Flaminia/via Baldelli con una nuova viabilità per decongestionare il traffico cittadino). Le altre risorse saranno investite per ridurre il rischio di allagamenti dell’area aeroportuale e migliorare la sicurezza (anche con il completamento del circuito ciclopedonale Falconara-Chiaravalle), l’infrastrutturazione di una nuova area di scambio (tra via del Consorzio e la ferrovia) per parcheggi, area sosta bus, taxi, servizi a supporto degli automobilisti (come noleggio e lavaggio). «La convenzione è importantissima sia per le Marche che per il nostro Comune – ha rimarcato la sindaca di Falconara, Stefania Signorini –. Saranno infatti realizzati interventi di sicurezza stradale e idrogeologica e migliorerà tutta la viabilità della zona».

L’assessore Baldelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X