facebook rss

Mancinelli scrive ad Acquaroli:
«Agli studenti i test rapidi inutilizzati»

PREVENZIONE - La presidente Anci per un ritorno sicuro sui banchi: «Con esami di questo tipo ripetuti nel corso del tempo e fino alla conclusione dell’anno scolastico, si potrebbe garantire maggior sorveglianza e serenità»
Print Friendly, PDF & Email

La sindaca Valeria Mancinelli

 

Con l’approssimarsi della ripresa in presenza delle lezioni negli istituti superiori, Anci Marche ha scritto al presidente della Giunta Regionale Acquaroli chiedendo l’impiego di test rapidi a favore della popolazione scolastica, mediante l’utilizzo del materiale sanitario già acquistato e nella disponibilità delle strutture sanitarie regionali per lo screening di massa della popolazione. «In tal modo – scrive la presidente di Anci Marche Valeria Mancinelli – con esami di questo tipo ripetuti nel corso del tempo e fino alla conclusione dell’anno scolastico, si potrebbe garantire maggior sorveglianza e serenità agli studenti, agli insegnanti e al personale ATA che quotidianamente frequentano gli istituti di istruzione». «Auspicando l’attuazione di questo programma – conclude – i Comuni si renderanno disponibili a collaborare, ovviamente nell’ambito delle possibilità di ciascuno».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X