facebook rss

Il coraggio di investire
nonostante la pandemia:
a Capodimonte apre ‘Décorner’

ANCONA - Il debutto nel mondo della ristorazione di Veronica Carluccio, figlia di Giovanni, uno degli ex titolari del ristorante La Terrazza e del Passetto. «La decisione di aprire è stata presa a settembre, prima della pandemia. Speriamo la situazione possa migliorare»
Print Friendly, PDF & Email

L’interno del Décorner

 

di Marco Benedettelli

Oggi si inaugura. Apre nel cuore del quartiere Capodimonte un nuovo locale, Décorner Ristorantino, in via  Santo Spiridione, 2. Il mondo della ristorazione è attanagliato da difficoltà e incertezze della pandemia ma il coraggio non è mancato alla nuova gestrice, Veronica Carluccio, alla sua prima esperienza da titolare e figlia d’arte. Il padre Giovanni e la sua famiglia hanno guidato per 45 anni il ristorante La Terrazza e sono stati protagonisti per un periodo della riapertura del Ristorante Passetto. Il nuovo ristorante Décorner punta sui piatti della tradizione più qualche novità, sulla linea della cucina già da tempo proposta dai Carluccio a La Terrazza. Si mangeranno soprattutto primi e secondi di pesce dell’Adriatico. A caratterizzare l’ambiente, il design in stile art déco, che contraddistingue arredi, piatti e posate, suppellettili, decorazioni e carte da parati.

Veronica Carluccio

«Il nome del locale trae ispirazione da un gioco di parole. Dallo stile decorativo déco, appunto, che ho sempre amato e con cui ho deciso di decorare la mia nuova attività, e dal fatto che il ristorante si apre ad angolo, su un incrocio, in un “corner” appunto. Ed ecco la scelta di “Décorner”» spiega Veronica Carluccio, laurea in Lingue ma col sogno di lavorare nella ristorazione da tempo, sulle orme del padre Giovanni. “Décorner” apre nell’edificio sulla salita di via Podesti, già sede in tempi trascorsi di altri bistrò, come l’ex Graffio Caffè per esempio. Ambiente raccolto e familiare, sala da 50 metri quadrati, Décorner è capace di ospitare, in condizione di normalità, 30 coperti. Oggi con le normative anti-Covid e il distanziamento, i posti disponibili sono 16 e il “ristorantino”, come da dpcm in vigore, resterà aperto solo a pranzo, con asporto a cena su richiesta. «La decisione di avviare l’attività è stata presa a settembre, prima della seconda ondata, nei mesi trascorsi abbiamo sistemato tutto. Ad oggi la situazione non è ancora tornata alla normalità, come sperato. Ma siamo fiduciosi nel miglioramento», racconta Carluccio al telefono. Il ristorantino dovrebbe rimanere aperto tutta la settimana, salvo il lunedì. Il calendario è ancora in fase di definizione. Oggi l’inaugurazione, ma solo simbolica dato che feste non se ne possono fare. Il bistrot torna a dare vita al quartiere di Capodimonte, un po’ sguarnito negli ultimi anni di punti di incontro e locali. Ed è una gradita new entry per tutto il centro cittadino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X