facebook rss

«Portiamo in tour i marchigiani,
con noi riscoprono il territorio»
Le guide progettano la ripartenza

TURISMO - In occasione della giornata internazionale (domani 21 febbraio, Daniela Perroni di Macerata, Sabina Salusti di Fermo e Rafaela Gattini di Jesi raccontano la loro esperienza in tempi di Covid. «Il turismo è un bagno di sangue, andiamo avanti con tour virtuali, social e clienti locali»
Print Friendly, PDF & Email

WhatsApp-Image-2021-02-19-at-07.01.43

Tour di Macerata con i lupetti e coccinelle dello storico gruppo scout Macerata. Estate 2020

di Carlo Torregrossa

Presenza sui social, tour virtuali e visite guidate dedicate agli oriundi. Così le guide turistiche abilitate della provincia di Macerata rispondono al fisiologico calo di presenze legate alla normativa anti contagio. «Il settore è in un bagno di sangue, il calo di lavoro è quasi del 100%».

Daniela-Perroni

Daniela Perroni

A lanciare l’allarme è Daniela Perroni, guida di Macerata, laureata in lingue. «Ognuna di noi cerca di non perdere l’allenamento – spiega – per questo ci muoviamo con differenti iniziative, come ad esempio visite sul territorio, ma anche tour virtuali». Di certo non si sta con le mani in mano, da qui l’idea di creare piccoli tour sul territorio, per valorizzarlo. «Così da far conoscere le città» precisa Daniela Perroni. che ricorda l’ormai annuale trekking urbano a Macerata o “Slow Marca” (progetto protetto da copyright) che riguarda la provincia di Fermo. Continua Daniela: «I progetti turistico-culturali hanno però bisogno di una coesione con le amministrazioni pubbliche. Perché il turismo vive con i lavoratori sul campo, utilizzando il capitale umano presente nel territorio e dando speranza per il lavoro».

E a proposito di tour virtuali, è questa la soluzione adottata per celebrare domani (21 febbraio) la giornata mondiale della guida turistica, istituita dal 1990. « Sui canali social Angt, ci sarà una diretta facebook, che coinvolge molte regioni italiane. Macerata parteciperà alla diretta con una breve panoramica dello Sferisterio con particolare attenzione al riscoperto Corridoio Innocenziano.
Il titolo dell’evento è “La riscoperta di un corridoio magico nell’architettura interna dello Sferisterio di Macerata”

Sabina-Salusti

Sabina Salusti

«In questo modo facciamo vedere che nonostante tutto ci siamo» sottolinea Sabina Salusti, guida turistica di Fermo, abilitata anche per la provincia di Macerata. la quale evidenzia l’importanza della coesione tra colleghe e colleghi: «Noi possiamo anche lavorare individualmente, in internet si trova un documento, (Elenco professione guide turistiche) aggiornato annualmente, dove sono presenti tutti i nostri recapiti, però è sempre meglio collaborare insieme. Come abbiamo fatto per la giornata del 21 febbraio. Questo perché l’unione fa la forza». Specie in questo momento di crisi del settore: «Io lavoro d’estate in una struttura ricreativa, al lido di Fermo con dei bungalow, che rendono possibile effettuare vacanze individuali con la presenza di pochi spazi comuni. A luglio e agosto, fortunatamente si è lavorato, inoltre come ancora di salvezza ho mio marito che porta un’ entrata fissa».  Insomma è enorme incertezza che accompagna, ora mai da tempo questo settore, dove si lavora a singhiozzo ma che vede le guide comunque molto attive. «Creiamo nuovi tour  – prosegue Sabina – che possano valorizzare il territorio. Un esempio è slow Marca, un tour differente da quelli classici che vuole far conoscere il territorio fermano. Anche con annesse visite a esercenti locali. L’iniziativa però dopo due tour è congelata, in attesa di ripartenza. In questo momento stiamo progettando nuovi percorsi, assieme a agenzie turistiche e tour operator per quando si potrà ripartire. Non ci fermiamo».

 

rafaela-gattini

Rafaela Gattini

«Molta gente, crede ancora che la guida turistica sia una persona, che la mattina si alza e porta le persone a fare un giro per la città»  interviene Raffaela Gattini, guida turistica dal 2004 a Jesi, ma abilitata anche per la provincia di Macerata. «Non è così – va avanti – c’è molto altro, tutto il nostro lavoro per far conoscere Le Marche e per portare gente nei nostri luoghi fantastici e spesso sconosciuti»

«E siamo attive sui social che sono un canale prezioso per farci conoscere e far amare il nostro territorio» concordano le tre professioniste.

turisti

 

dhdhd

Tour di Macerata by night 2018.

 

ombrello

Trekking urbano nazionale Macerata con visite guidate teatralizzate il 31 ottobre 2020 al Parco  di Villa Lauri

&

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X