facebook rss

«Si è abbassata l’età dei pazienti Covid,
quadri clinici più gravi
rispetto a un anno fa»

ANCONA - Il punto con la dottoressa Susanna Contucci, direttore del pronto soccorso di Torrette, e il dottor Aldo Salvi, direttore del dipartimento di Emergenza: «I contagi attualmente sono così elevati che è difficile prevedere quando si abbasserà o appiattirà la curva pandemica»
Print Friendly, PDF & Email

Il dottor Salvi e la dottoressa Contucci

«Rispetto alla prima ondata abbiamo visto un abbassamento dell’età media dei pazienti che contraggono il Covid. Anche i quadri clinici sono più gravi. Dal nostro punto di vista, la malattia è sicuramente più impegnativa». Così la dottoressa Susanna Contucci, direttore del pronto soccorso e Obi di Torrette, sulla situazione dei degenti che arrivano al punto di primo intervento della cittadella sanitaria di Torrette. «Abbiamo avuto accessi elevatissimi – ricorda la dottoressa – nella prima settimana di marzo. Viaggiavamo a una media di 17 ricoveri Covid al giorno. Poi, c’è stata una deflessione con il trasferimento dei pazienti in altre strutture ospedaliere, perchè noi eravamo al completo. La nostra azienda con grande sforzo ha aumentato i posti per pazienti Covid ad indirizzo intensivo e sub intensivo. Attualmente abbiamo in carico venti pazienti positivi. Cosa è cambiato rispetto alla prima fase? Abbiamo notato una riduzione dell’età media delle persone affette da Covid e quadri clinici più gravi». Al pronto soccorso è transitato anche un ragazzo di 25 anni. «Ricoveriamo pazienti anche senza patologie – riferisce il dottor Aldo Salvi, direttore del dipartimento di Medicina d’Urgenza -. L’età media si assesta tra i 55 e i 60 anni. Difficile dire quando la curva pandemia scenderà o si stabilizzerà, dato che i contagi sono così alti. Ci sono intere famiglie contagiate. Probabilmente, vedremo gli effetti della zona rossa tra 2/3 settimane».

(fe.ser)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X