facebook rss

«Vaccini over 70, prenotati in 46mila
Quasi la metà degli aventi diritto»

LA REGIONE fa il punto dopo le prime sei ore di prenotazioni, l'assessore Saltamartini: «Ringrazio gli operatori e anche i cittadini per la sensibilità e la maturità dimostrata». Poste Italiane assicura che non ci sono stati problemi: «Solo nel momento di picco si sono registrati utenti in coda con un’attesa media di circa 10 minuti al Numero Verde. Sono andate tutte a buon fine»
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Filippo-Saltamartini_01-325x212«A sei ore dall’apertura della piattaforma di Poste Italiane per la prenotazione dei vaccini anti Covid-19 sono oltre 46mila i cittadini marchigiani della fascia d’età 70-79 anni che hanno preso l’appuntamento per la somministrazione del vaccino e che saranno vaccinati nel mese di aprile e dei primi giorni di maggio secondo il piano di rifornimento dei vaccini del commissario straordinario Covid». E’ quanto fa sapere la Regione, che ha fa il punto nel primo giorno di prenotazioni aperte per gli over 70.  «Ringrazio – afferma l’assessore Filippo Saltamartini – il personale della Regione, dell’Asur e di Poste Italiane, tutti coloro i quali permettono questi risultati, anche se capita che con un numero così alto di prenotazioni possano verificarsi dei disguidi che sono stati prontamente risolti. Ringrazio anche i cittadini per la sensibilità e la maturità dimostrata nell’accedere in massa alle vaccinazioni indispensabili per chiudere questa parentesi difficile per tutti noi. Il volume di prenotazioni raggiungo in sole sei ore è quasi la metà dell’intero target di riferimento della fascia 70-79 anni».

L’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini

Sulle polemiche per i disservizi che si sono verificati in giornata, risponde Poste Italiane: «La gestione per la prenotazione dei vaccini non è stata oggetto di nessun disservizio. Per ciò che concerne il servizio del Numero Verde infatti, solo nel momento di picco si sono registrati utenti in coda con un’attesa media di circa 10 minuti, che poi hanno potuto effettuare la prenotazione regolarmente. L’impossibilità di prenotazione, riscontrata invece in alcuni momenti nella piattaforma, era dovuta al caricamento parziale di una lista di nomi, subito risolta. Nessun disservizio è stato riscontrato e le prenotazioni sono andate tutte a buon fine».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X