facebook rss

Furto di liquori nello chalet
sventato dai carabinieri

FALCONARA - Notte movimentata sulla spiaggia di Palombina Vecchia dove gli autori del tentato colpo in fuga hanno poi abbandonato il bottino
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

L’allarme collegato al telefonino fa sventare il furto di super alcolici in uno chalet di Palombina Vecchia. E’ successo nella notte appena trascorsa. Intorno alle 2.30, il titolare della trattoria ha chiesto aiuto al 112 segnalando strani movimenti e un’intrusione sospetta all’interno dello stabilimento balneare. Due pattuglie dei carabinieri, provenienti dalla Tenenza di Falconara e dalla Stazione di Ancona Centro, sono confluite sul posto in tempi record ma gli autori del blitz si era già dileguati. L’arrivo tempestivo dei militari deve però aver consigliato agli sconosciuti di abbandonare sulla spiaggia la refurtiva, diverse costose bottiglie di liquori, tutte per essere sottoposte agli esami dattiloscopici alla ricerca di prove per risalire alle impronte di chi le ha prelevate furtivamente. Nel corso dell’ispezione dei luoghi gli investigatori hanno accertato che per infilarsi all’interno dello chalet, è stata forzata la porta sul retro della trattoria come riscontrato dai segni di effrazione. Una volta entrati, i responsabili del tentato furto hanno rovistato alla ricerca forse di denaro, si sono impossessati del bottino, lasciato in spiaggia durante la fuga. Sono in corso le indagini.

Nel corso delle ricerche sulla spiaggia, avviate a pochi minuti dopo dall’arrivo dei militari, stanotte sono stati inoltre sorpresi due giovani, già noti alle forze dell’ordine, sanzionati per il mancato rispetto delle misure anti-Covid in orario di coprifuoco. Stamattina invece i carabinieri della Stazione di Brecce Bianche, ad Ancona, durante un servizio di controllo su strada, hanno controllato una 39enne alla guida di un’auto. La donna è stata denunciata per reiterazione della violazione di guida di veicoli non avendo mai conseguito la patente guida e per violazioni delle prescrizioni inerenti la misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali alla quale è sottoposta. La vettura è stata restituita al padre della donna, legittimo proprietario del mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X