facebook rss

Spiagge su prenotazione:
«App inutile,
la priorità va data ai residenti»

IL PUNTO del comitato Mezzavalle Libera sul servizio che verrà adottato per il secondo anno consecutivo dal Comune di Ancona per fruire del mare della baia di Portonovo
Print Friendly, PDF & Email

 

«Se lo scorso anno, di fronte ad una pandemia sconosciuta, per cause di forza maggiore si è accettato l’uso dell’applicazione, oggi ribadiamo la sua totale inutilità per le spiagge libero, denunciando lo sperpero di denaro pubblico nei provvedimenti adottati dal Comune di Ancona – Informacittà che non hanno di certo garantito il contingentamento delle presenze, nè la tutela ambientale come propagandato». Così il comitato Mezzavalle Libera sulla decisione del Comune di ricorrere per la seconda stagione consecutiva a un’applicazione per prenotare il posto nelle spiagge di Mezzavalle e Portonovo. E’ stato indetto un bando per affidare il servizio di prenotazione online. «La recente decisione del Comune di indire una nuova gara di appalto per la gestione delle spiagge libere – fa notare il comitato – deve comunque permettere: per i residenti la possibilità di prenotare almeno 1 giorno prima dei non residenti; la possibilità di prenotare per fasce orarie;  la possibilità di effettuare prenotazioni continuative, per consentire a tutti, residenti e turisti, di recarsi al mare anche in giornate consecutive e anche nella medesima spiaggia». Il comitato punta l’attenzione da sempre su un turismo sostenibile: «servirebbe aumentare il servizio di trasporto pubblico a basso impatto e creare percorsi alternativi (pedonali e ciclabili) per decongestionare il traffico di mezzi privati; limitare lo stazionamento delle imbarcazioni, controllandone il distanziamento consentito; favorire l’istituzione dell’Area Marina Protetta».

L’estate a Portonovo: seconda stagione con l’app Servirà anche per i parcheggi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X