facebook rss

SuperEnalotto, centrato
nelle Marche il “6” da 156 milioni

MONTAPPONE - Vincita record nel Comune dell'entroterra fermano con una schedina da 2 euro. Il primo cittadino: «Non so se sia qualcuno del posto, ma me lo auguro. E anche che sia qualcuno che aveva bisogno di un aiuto»
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Cristiano Ninonà e Giorgio Fedeli

Montappone alla ribalta delle cronache nazionali. E data la consistenza esorbitante della cifra in ballo, anche oltre i confini nazionali. Sì perché il Comune dell’entroterra fermano, da sempre noto per essere la capitale del cappello, da oggi entrerà negli annali anche per essere il territorio in cui è stata centrata una vincita al SuperEnalotto a dir poco straordinaria: ben 156 milioni di euro.

Questi i numeri fortunati: 1-7-37-43-63-81. Numero jolly: 34. Numero Superstar: 26.  Il 6, che mancava dal 7 luglio del 2020, vale, dicevamo, 156 milioni di euro. Nessun “5+1”. Il jackpot per il “6” ora riparte da 31 milioni di euro.

Si tratta della quarta vincita di sempre, centrata con una schedina di 2 euro giocata in una tabaccheria.

La vincita record, invece, fu realizzata a Lodi nell’agosto del 2019, quando con una schedina, anche questa di soli due euro, furono vinti 209 milioni. Mentre 177 milioni di euro furono vinti a Sperlonga e in altre città con un sistema di 70 quote giocato in tutta Italia.

«E’ tutto vero – commenta un sorridente sindaco Mauro Ferranti – questa notizia è arrivata così improvvisa in paese, e si sta diffondendo rapidamente. Non so se sia un lui o una lei ad aver vinto, nemmeno se è più di una persona, o se gente del posto o meno. E’ un qualcosa di bellissimo. Spero che ad aver vinto sia qualcuno che ne ha bisogno, perché chi ha bisogno sa cosa farne e sa anche, magari, essere magnanimo con chi ha bisogno come lui. Certo, ovviamente, spero che sia qualcuno del posto. Tra tante brutte notizie, legate a questa pandemia, finalmente una bella. La vincita è stata centrata alla tabaccheria Serio Tulliani gestita da Gianmario Mennecozzi, all’ingresso del paese. E credo proprio che nelle prossime ore saremo invasi dai media».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X