facebook rss

‘Fabriano Film Fest’, una nona edizione
ricca di cortometraggi ed eventi

FABRIANO – Il primo week end del concorso internazionale sarà incentrato sui lavori di registe donne con due giorni di proiezioni di 15 mini pellicole nelle serate di venerdì 9 e sabato 10 luglio
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della cerimonia di presentazione della nova edizione del Fabriano Film Fest

 

 

 

Sono 500 i ‘corti’ arrivati da 60 nazioni, 49 sono stati selezionati e saranno l’attrazione dal 9 al 18 luglio del Fabriano Film Fest. Quest’anno il concorso con la kermesse dedicata al cinema si ripropone con una edizione in presenza che, come per l’anno precedente, presterà la massima attenzione alle normative anti Covid e si svolgerà all’aperto, nella Piazza 26 Settembre 1997, davanti alla sede del Comune. Il primo weekend, denominato “Cinema e/è donna” sarà incentrato sulle registe donne con due giorni di proiezioni nelle serate di venerdì 9 e sabato 10 luglio dalle 21,15, per un totale di 15 cortometraggi in concorso. Sabato 10, dopo le proiezioni, presentate da Valentina Tomada – direttore artistico del festival – e Betty Senatore, saranno consegnati due premi: quello alla miglior Regia Femminile e il premio “Women empowerment: storie di forza, autostima e consapevolezza” per quel film che, meglio di altri, dà un esempio di quanto importante sia, soprattutto per una donna, credere in sé stessa e riappropriarsi della propria vera natura, senza paure. I film, naturalmente, concorreranno anche a tutti gli altri premi del festival. Oltre alle proiezioni dei film in gara, numerose altre attività saranno fruibili dal pubblico, in modo completamente gratuito, è stato spiegato durante la conferenza di presentazione dell’evento.

Sabato mattina alle 11,30 appuntamento alla Residenza La Ceramica con il workshop gratuito di public speaking: “Un discorso breve per lasciare il segno” tenuto da Betty Senatore, storica voce di Radio Capital. A seguire, nel pomeriggio alle 18,30, sempre alla Residenza La Ceramica, presentazione del libro “La moglie di Dante” alla presenza dell’autrice Marina Marazza, scrittrice e giornalista, finalista quest’anno al Premio Bancarella, e di Michela Gallio, Editor di Solferino e consulente editoriale. Tornando al Piazzale del municipio, sempre sabato alle 20,30 consegna del premio “Nano d’oro” all’attrice e regista Eleonora Ivone intervistata da Valentina Tomada. Domenica il festival si fermerà per lasciare il posto alla finale degli Europei di calcio, ma ripartirà mercoledì 14 tutti i giorni fino a sabato 17 luglio, con la proiezione di altri 34 cortometraggi suddivisi nelle quattro serate, con inizio sempre intorno alle 21,15. L’attore Massimiliano Pazzaglia affiancherà Valentina Tomada nella presentazione.

Anche in questo caso numerosi gli eventi di contorno: venerdì 16 luglio alle 18,30 alla Residenza La Ceramica, “Che storia! I grandi miti del passato: Charlie Chaplin” lettura di e con Fabio Bernacconi; sempre venerdì, alle 20,30 nella Piazza 26 Settembre 1997 “Piccolo show di un grande showman”, incontro in musica con Max Paiella. Sabato 17, alle 18,30, sempre alla Ceramica, presentazione del libro “S’è svejatooo! Ricciotto racconta il Marchese del Grillo” alla presenza ì dell’autore, l’attore Giorgio Gobbi: aneddoti e curiosità legate al mitico film e alla figura del grande Alberto Sordi. A seguire, alle 20,30, di fronte alla sede del Comune, consegna del premio “Filigrana d’Autore” al regista Mimmo Calopresti, quest’anno Presidente di giuria, che poi incontrerà il pubblico. Dopo le proiezioni dei film in concorso, nella stessa serata di sabato, ci sarà l’attribuzione dei premi ai cortometraggi vincitori nelle varie sezioni. Chiusura del festival domenica 18, dalle 20,00 con la serata in musica in collaborazione con FabriJazz e a seguire proiezione del film documentario “Let’s get lost” sul musicista Chet Baker. La Giuria “di qualità del festival”, presieduta dal regista Mimmo Calopresti, è composta dallo scenografo Premio Oscar Gianni Quaranta, dal regista francese Patrice Guillain, dall’attore Stefano Ambrogi, dal Vicedirettore di Rai 1 Giovanni Anversa e dal Direttore artistico del festival Valentina Tomada, sempre affiancati dalla consolidata Giuria “resident”. Altra Giuria per la sezione “Cinema e/è donna”, composta da Betty Senatore, Michela Gallio e Mirella Battistoni (Fidapa). Ultima Giuria quella dei Giovani, che come ogni anno assegnerà il suo premio dedicato.

Il Fabriano Film Fest è organizzato dall’Associazione Opificio delle Arti, in collaborazione con il Comune di Fabriano e Cahiers du Cinéma ed è patrocinato, oltre che dal Comune di Fabriano, dal MiBact, dalla Regione Marche, dalla Fondazione Marche Cultura e dal NuovoImaie. Vogliamo ringraziare i nostri sponsor storici: la Fondazione Carifac, le Cantine Bisci, il Rotary Club di Fabriano, la Halley Informatica, la Residenza La Ceramica, e quelli che si sono aggiunti quest’anno, cioè FIDAPA sezione di Fabriano e acqua minerale Frasassi; l’evento ha inoltre ottenuto un contributo dalla Regione Marche. Per partecipare alle serate è necessario prenotare i posti sulla piattaforma Eventbrite. www.fabrianofilm.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X