facebook rss

Assembramenti e clienti senza mascherina:
la polizia chiude uno chalet

SENIGALLIA - Gli illeciti sono stati ravvisati durante la finale degli Europei di calcio al locale Qubetti di Sabbia. Per il Commissariato, sarebbe stato anche superato l'orario per tenere accesa la musica. Lo staff: «Per festeggiare la vittoria dell'Italia forse abbiamo un po' esagerato»
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Musica fino a tarda notte, assembramenti e clienti senza mascherine: la polizia chiude per cinque giorni Qubetti di Sabbia, noto locale sul lungomare Alighieri di Senigallia. A partire da oggi, dovrà rimanere chiuso per cinque giorni. Ai titolari è stata notificata anche una multa del valore di 400 euro. La decisione del Commissariato è stata presa dopo le irregolarità riscontrate la scorsa domenica, durante i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia agli Europei. Il controllo nei confronti del locale è scattato attorno alle 2.30. Stando a quanto ravvisato dalla polizia, lo chalet era pieno di giovani avventori senza mascherina che ballavano come in una sorta di discoteca improvvisata. E’ stato anche contestato il superamento del limite orario per la diffusione musicale. Le parole dello staff di Qubetti, apparse sul social del locale: «Chiediamo scusa a tutti voi amici ed avventori del Qubetti, a voi che ci scegliete per i momenti importanti, per una cena, per un drink o anche per un caffè e quattro chiacchiere. Vi chiediamo scusa perché domenica sera trasportati da una gioia immensa e una voglia di far festa condivisa da molti per la vittoria della nostra nazionale, abbiamo un po’ esagerato e per questo motivo ci sono stati comminati 5 giorni di chiusura. Saremo quindi indisponibili fino a domenica compresa. Ci si rivede da lunedì. Scusateci ancora per il disagio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X