facebook rss

Riattivazione ferrovia Fabriano-Pergola:
«Un passo per la metropolitana di superficie»

TRASPORTI – Lo sostiene Michelangelo Tumini, coordinatore del circolo Sinistra Italiana di Osimo, Offagna, Castelfidardo e Loreto. «Gli unici veri costi sono quelli necessari a far parlare con un'unica voce sindaci, assessore regionale ai trasporti, le ferrovie e le concessionarie di autolinee»
Print Friendly, PDF & Email

 

«La riattivazione funzionale delle due tratte Civitanova Albacina e Fabriano Pergola è una scelta da sostenere per rilanciarla in modo positivo, in quando potrebbe favorire l’attuazione di una metropolitana di superficie molto utile se si attivasse un’azione sinergica del trasporto pubblico integrato con la linea ferroviaria e quelle su gomma per l’intera regione marchigiana».

Osimo, il sindaco Simone Pugnaloni con Michelangelo Tumini

A parlare è Michelangelo Tumini. Secondo il coordinatore del circolo Sinistra Italiana di Osimo, Offagna, Castelfidardo e Loreto «gli unici veri costi sono quelli necessari a far parlare con un’unica voce sindaci, assessore regionale ai trasporti, le ferrovie e le concessionarie di autolinee, correggendo per queste ultime l’assegnazione dei contributi. Un accordo possibile ad invarianza di spesa, ma funzionale ad assicurare i collegamenti brevi tra le stazioni di arrivo e partenza con i comuni limitrofi a quelli posti lungo i binari. Penso che una proposta come indicata sopra debba essere fatta dai circoli interessati come Fabriano, Camerino, Macerata, ed altri dell’entroterra, ma non guasterebbe anche quelle di Jesi, Falconara, Loreto, Civitanova, Fermo etc».

 

«La ferrovia Fabriano-Pergola è una bella opportunità per il rilancio turistico»

La ferrovia Fabriano-Pergola rilancerà il turismo della dorsale appenninica: «Dopo 8 anni sarà riattivata a settembre»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X