facebook rss

Olimpiadi, l’arcivescovo Spina agli atleti:
«Grazie per la gioia
e le emozioni che ci regalate»

IL MESSAGGIO del monsignore della diocesi Ancona-Osimo ai marchigiani impegnati a Tokyo 2020. Menzione speciale per Gimbo Tamberi, fresco di medaglia d'oro nel salto in alto
Print Friendly, PDF & Email

L’arcivescovo Spina

 

«Come vescovo delegato allo sport dalla Conferenza Episcopale Marchigiana, a nome della CEM, esprimo le più vive congratulazioni agli atleti e alle atlete delle Marche che partecipano alle Olimpiadi di Tokyo per i successi raggiunti, in particolare alla medaglia d’oro Tamberi. Alle squadre, agli allenatori, alle società e alle famiglie, a tutti, il nostro sostegno e la nostra vicinanza. Grazie per la gioia e le forti emozioni. Le Olimpiadi siano per tutti un segno di speranza e fratellanza». Questo il messaggio dell’arcivescovo di Ancona-Osimo Angelo Spina agli atleti marchigiani impegnati a Tokyo 2020. Per quanto riguarda l’Anconetano, sono ancora in corsa Achille Polonara e Alessandro Pajola, della nazionale di basket. I due incontreranno ai quarti di finale la Francia. Ieri, la bellissima notizia dell’oro nel salto in alto di Gimbo Tamberi: questa mattina, poco prima delle 12, la premiazione. Già terminata, invece, l’avventura di Tommaso Marini, arrivato a Tokyo come riserva della squadra di fioretto maschile. 

Tamberi salta nella storia È medaglia d’oro alle Olimpiadi

Tamberi realizza il suo sogno: «E’ un pezzo di storia che rimarrà per sempre con me»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X