facebook rss

Test salivari a tappeto:
«Solo a me pare una scemenza?»

FABRIANO – A porsi la domanda è il sindaco Gabriele Santarelli, perplesso e scettico sulle scelte della Lega Marche. «Dicono che così si consente di ottenere il green pass e ne fanno una questione di giustizia sociale. Credevo che l'obiettivo fosse aumentare la percentuale di vaccinati»
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Gabriele Santarelli

 

E’ scettico il sindaco pentastellato di Fabriano, Gabriele Santarelli sull’opportunità dell’utilizzo dei tamponi salivari a scuola, con le modalità con le quali intende promuoverlo la Lega Marche illustrate nei giorni scorsi. Perplessità che il primo cittadino fabrianese ha espresso in un post, pubblicato su Facebook. «Leggo che la Lega in Regione ha deciso di risolvere a suo modo prevedendo tamponi salivari a tappeto. Dicono che così si consente di ottenere il green pass e ne fanno una questione di giustizia sociale. – si legge nel messaggio social – Evidentemente sono io che non avevo capito. Io credevo che l’obiettivo fosse aumentare la percentuale di vaccinati, che oggi nella fascia 12-39 è pericolosamente bassa, e debellare man mano il virus cercando di farlo depotenziare evitando il rischio di altre varianti e mettendo in sicurezza la popolazione più fragile. Invece no. L’obiettivo è solo ottenere il green pass indipendentemente dal modo. Per cui fondamentalemente l’idea è dipendere da qui ai prossimi X anni dai tamponi salivari che verranno offerti gratuitamente dalle regioni. Solo a me pare una scemenza?»

L’ok della Conferenza Stato-Regioni: test salivari a campione nelle scuole «Le Marche fanno da apripista»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X