facebook rss

Covid, casi in aumento a Serra de’ Conti:
il sindaco chiude
centro sociale e bocciodromo

ORDINANZA firmata ieri dal sindaco Letizia Parcaroli per arginare il contagio. Ad oggi, sono 30 i positivi e 70 i cittadini in quarantena
Print Friendly, PDF & Email

Casi di Covid più che raddoppiati in una settimana: Serra de’ Conti chiude il centro sociale L’Incontro e il bocciodromo. L’ordinanza è stata firmata ieri dal sindaco Letizia Perticaroli. I due punti d’aggregazione rimarranno chiusi fino al 2 novembre compreso. L’interdizione si è resa necessaria dopo l’aumento dei contagi, raddoppiati nel giro di una settimana fa. Il 21 ottobre, stando al report della Regione, i cittadini positivi erano 14. Oggi se ne contano 30 e 70 persone in quarantena. Serra de Conti ha contato anche una vittima nei giorni scorsi: l’81enne Oliviero Manoni, spirato all’ospedale di Torrette. Il messaggio del sindaco Parcaroli ai cittadini: «Come ricordato in molte occasioni, a Serra de’ Conti la percentuale dei vaccinati contro il Covid-19 è una tra le più basse della provincia di Ancona; questa situazione rende tutti noi molto vulnerabili, soprattutto la fascia più debole della popolazione (anziani e ammalati) che è in attesa della somministrazione della terza dose di vaccino.
Si confida sul grande senso di responsabilità di ognuno, poiché non riteniamo giusto per una comunità attiva e laboriosa come quella di Serra de’ Conti “piangere e addolorarsi” per la perdita di persone care. Questo accade quando non si ha cura del concittadino, ma si agisce soltanto in base alle proprie opinioni.
E’ responsabilità di ciascuno curare la salute di tutti. Essere membri di una comunità significa essere consapevoli che le proprie azioni hanno conseguenze, positive o negative, per tutti». Il ringraziamento ai gestori del bocciodromo e del centro sociale: «Il senso di responsabilità che anima i soci delle due associazioni è encomiabile. Il sindaco li ringrazia per la serietà e per questo grande spirito di solidarietà che muove ogni loro azione»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X