facebook rss

Oltre 500 chilometri in bici
contro la violenza di genere

ANCONA - L'impresa di Orietta Casolin, partita dal Veneto e con arrivo a Roma, farà domani tappa nel capoluogo dorico
Print Friendly, PDF & Email

Orietta Casolin

Fa tappa ad Ancona domani mattina l’iniziativa “Una corsa per un’amica”, nata in Veneto, a Portogruaro, grazie all’idea di Orietta Casolin della società sportiva Sagittabike, che ha intrapreso un viaggio in bicicletta con destinazione Roma con lo scopo di sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne. L’arrivo nella capitale è previsto infatti per giovedì 25 novembre 2021, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Lungo il percorso, anche per tratti parziali, sono coinvolti altri atleti. Nella tappa di Ancona, Orietta Casolin sarà attesa tra le 11 e le 11,30 sotto la sede del Comune, in piazza 24 maggio, dove sarà accolta dall’assessore allo Sport Andrea Guidotti, dall’associazione sportiva Quintabikers Asd, che scorterà la ciclista fino a Porto Recanati e da tutti i cittadini che vorranno partecipare e anche unirsi a lei per pedalare insieme per un tratto di strada. «Questa iniziativa – si legge nella lettera di presentazione inviata al sindaco Valeria Mancinelli dal primo cittadino di Portogruaro – vuole essere un messaggio rivolto a tutte le persone che sono vicine alle donne che tutti i giorni subiscono violenza sia psicologica che fisica. Obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare sia chi ha subito, sia chi sta vivendo questa esperienza negative, perché si faccia aiutare rivolgendosi ai centri antiviolenza». Per Ancona si tratta dunque di una prima iniziativa, che fa da preludio al nutrito programma di eventi e appuntamenti che si stanno mettendo a punto proprio in questi giorni in vista della giornata del 25 novembre e che si protrarranno fino al 10 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X