facebook rss

Senza biglietto crea scompiglio sul bus
All’arrivo della polizia tenta la fuga

ANCONA - Bloccato sulla Linea N un cittadino nigeriano che ha dato in escandescenza, facendo scendere dal mezzo alcuni passeggeri. E' stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e la sua posizione vagliata dall'Ufficio Immigrazione della questura
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Crea scompiglio sul bus e, all’arrivo della polizia, tenta la fuga: denunciato un cittadino di origine nigeriana, irregolare sul territorio nazionale. All’uomo, 28 anni, è stato notificato l’ordine di espulsione dall’Italia. Tutto è accaduto ieri mattina, a bordo di un autobus di linea, la N, nella tratta Ancona-Osimo. Le Volanti sono intervenute perchè lo straniero era privo di biglietto e perchè stava creando scompiglio tra i passeggeri, al fine di sottrarsi al controllo da parte del personale della Conerobus.
Giunti sul posto, nei pressi della Strada Vecchia del Pinocchio, gli agenti hanno constatato che l’uomo stava rifiutando di fornire documenti e generalità, mostrandosi poco collaborativo, tentando di scappare dal veicolo. Alcuni passeggeri, spaventati dal comportamento del nigeriano, sono scesi dal mezzo. L’uomo non è stato in grado di fornire documenti d’identità e per questo è stato accompagnato in questura.
Effettuati gli accertamenti di rito è emerso che lo stesso era in realtà già noto alle forze di polizia, nonché gravato da alcuni precedenti.
Trattandosi di un cittadino nigeriano è stato preso in carico dall’Ufficio Immigrazione per gli opportuni accertamenti di competenza, al termine dei quali lo straniero è stato denunciato per ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato e per interruzione di servizio pubblico.
Allo stesso tempo al cittadino nigeriano è stato notificato il provvedimento di espulsione prefettizio, nonché l’ordine del questore a lasciare il territorio nazionale.
Il questore Cesare Capocasa: «La sicurezza del trasporto urbano costituisce una priorità per consentire a studenti, anziani e famiglie, che spesso si muovono sui mezzi pubblici, di poterne usufruire senza pericoli o timori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X