facebook rss

Viaggio in aereo da Tirana a Falconara
con porzioni di carne nel bagaglio

ALLA DOGANA diversi passaggeri sono stati controllati e i funzionari dell'Adm hanno avviato alla distruzione circa 20 chili di generi alimentari sprovvisti di etichettatura, di tracciabilità e dei certificati che ne autorizzavano l’introduzione nella Comunità Europea
Print Friendly, PDF & Email

 

Viaggio in aereo dall’Albania a Falconara con porzioni di carme nel bagaglio. I funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli – Ufficio di Ancona, in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale dell’aeroporto di Falconara “Raffaello Sanzio”, nei giorni scorsi hanno fermato e sottoposto a controllo i passeggeri di un volo proveniente da Tirana. La verifica dei bagagli personali ha permesso di accertare che alcuni di questi trasportavano partite di carne e loro derivati potenzialmente nocivi per la salute umana per un totale di 20 chili, sprovvisti di etichettatura, di tracciabilità e dei previsti certificati che autorizzano l’introduzione nella Comunità Europea.

I funzionari Adm, nell’ambito dei controlli finalizzati alla tutela della salute e sicurezza pubblica, dall’inizio dell’anno ad oggi, in sede di ispezione dei bagagli dei viaggiatori hanno rinvenuto ed avviato alla distruzione controllata più di 1.200 kg di alimenti di origine animale. La vigilanza alla frontiera ha lo scopo di contrastare l’elevato rischio che i prodotti di origine animale possano veicolare agenti patogeni responsabili di malattie infettive. I prodotti che non possono essere introdotti nel territorio dell’Unione Europea vengono confiscati ai sensi dell’art. 1 comma 6 del Dm 10/03/2004 e il gestore aeroportuale ne assicura lo stoccaggio e l’idonea conservazione per l’avvio alla distruzione secondo la vigente normativa, sotto la vigilanza esercitata ai sensi dell’art. 4 del Dm 22/05/2001 dall’Ufficio Veterinario di Confine (P.I.F. Ancona).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X