facebook rss

Covid, 474 nuovi casi nelle Marche:
143 sono tra under 18
«Crescita di ricoveri in area medica»

IL BOLLETTINO del servizio Sanità - Nelle ultime 24 ore testati 3.950 tamponi nel percorso nuove diagnosi, positivo il 12%. In crescita il tasso cumulativo di contagi ogni 100mila abitanti. I sintomatici sono 107. L'appello del governatore Acquaroli: «Raccomando a tutti la massima attenzione perché il virus continua a girare»
Print Friendly, PDF & Email

Covid_Screening_VillaPotenza_FF-15-325x217

Sono 474 i nuovi casi di Covid nelle Marche. E’ quanto comunica il servizio Sanità della Regione nel quotidiano bollettino. Nelle ultime ore sono stati testati 6.876 tamponi: 3.950 nel percorso nuove diagnosi e 2.926 nel percorso guariti. L’incidenza dei positivi è al 12%, in aumento il tasso cumulativo di contagi ogni 100mila abitanti, arrivato a 193,48. I nuovi casi sono stati riscontrati: 126 nel Pesarese, 118 nell’Anconetano, 78 nell’Ascolano, 75 nel Maceratese, 56 nel Fermano e 21 da fuori regione. I sintomatici sono 107. Più di un quarto dei contagi (143) è tra under 18, nella tabella in basso tutti i nuovi casi divisi per classi d’età. Sul fronte ospedaliero resta stabile l’occupazione di terapie intensive da parte dei non vaccinati, al 74%.

Quanto ai ricoveri il saldo resta invariato rispetto a ieri: a fronte di tre in più in intensiva, ce ne sono stati tre in meno in semi-intensiva. I pazienti Covid nelle Marche ad oggi sono quindi 126: 29 in intensiva, 29 in semi-intensiva e 69 nei reparti non intensivi. Segnalato infine il decesso di una 84enne di Civitanova e di una 75enne di Ripatransone, entrambe ricoverate nella residenza Valdaso con patologie pregresse. «Con questo fine settimana e il ponte dell’Immacolata, inizia il periodo delle Festività Natalizie con tantissime manifestazioni che si svolgeranno nella nostra regione – ha scritto il governatore Francesco Acquaroli – Raccomando a tutti la massima attenzione perché il virus continua a girare e nell’ultima settimana con esso abbiamo registrato anche l’impatto nella crescita dei ricoveri dell’area medica. È quindi indispensabile da parte di tutti un atteggiamento responsabile e prudente per cercare di mantenere sotto controllo la curva del contagio e i conseguenti ricoveri ospedalieri. La prossima settimana inizierà una campagna informativa sulla vaccinazione che illustreremo nei prossimi giorni».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X