facebook rss

Non rientra in hotel:
task force per le ricerche
di un frate francescano

GENGA - I soccorritori hanno lavorato tutta la notte trovando poi l'uomo di chiesa poco dopo le 4. Era finito lungo una scarpata laterale alla strada
Print Friendly, PDF & Email

Il Soccorso Alpino e Speleologico Marche e il 118 sul posto

Intervento dei vigili del fuoco nella notte a Genga, in zona Frasassi, per la ricerca di una persona, un frate francescano di 86 anni, residente ad Avezzano che ospite di una struttura alberghiera nei pressi della Gola di Frasassi, non ha fatto rientro in albergo
Sul posto sono intervenute le squadre dei vigili del fuoco di Fabriano, Arcevia oltre al personale addetto alla topografia partito da Ancona e Macerata, due unità cinofile dalla Toscana, i carabinieri e il Soccorso Alpino.
Le ricerche si sono concentrate nelle vicinanze dell’hotel e, poco dopo le 4, la persona è stata ritrovata dai vigili del fuoco in buone condizioni di salute nei pressi del torrente che attraversa la frazione. Il frate è stato poi affidato al personale del 118 per gli accertamenti medici necessari.
L’uomo di chiesa si era allontanato dopo pranzo, dedicandosi a una passeggiata. A lanciare

Il Soccorso Alpino e Speleologico Marche, vigili del fuoco e 118 sul posto

successivamente l’allarme, era stato un altro religioso non vedendolo rientrare e non potendolo raggiungere telefonicamente. Temendo che gli potesse essere accaduto il peggio, ha dunque chiamato i carabinieri.
La centrale operativa della Protezione Civile ha attivato intorno all’1.45 la squadra di Ancona del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e speleologico e contestualmente anche i vigili del fuoco.
Le squadre, supportate dalla presenza dell’unità cinofila con un cane molecolare del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, si sono mosse per le prime ricerche nel raggio di un chilometro quadrato dal luogo di partenza del disperso che rappresenta, nella maggioranza dei casi, il luogo primario di ritrovamento.
Anche questa volta il dato statistico è stato riconfermato dal ritrovamento del religioso nei pressi del luogo di partenza poco dopo le 4.
Il frate era scivolato lungo una scarpata laterale alla strada nei pressi di un ponte, impossibilitato dall’età e dalla fitta vegetazione a risalire il pendio, sentendo gli operatori, è riuscito a richiamare la loro attenzione. Raggiunto da tutte le squadre presenti e trovato in buone condizioni, è stato messo in salvo.

I soccorsi sul posto

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X