facebook rss

Lampioni, panchine e fontanella:
approvata la mozione di Andreoli
per lo sgambatoio del San Costanzo

ANCONA - Se ne è discusso durante il consiglio comunale tenutosi oggi. Antonella Andreoli (Lega): «Ora speriamo che i lavori inizino al più presto»
Print Friendly, PDF & Email

L’area sgambatoio cani del parco San Costanzo

E’ stata approvata all’unanimità la mozione della consigliera capogruppo Lega, Antonella Andreoli, che come argomento aveva: “Interventi per installazione pubblica illuminazione, panchine, fontanella e per la manutenzione dell’area area verde cani parco San Costanzo”.
Se ne è discusso durante il consiglio comunale tenutosi oggi.
«La bella area verde cani del Parco San Costanzo, situata nel centro di Ancona, è frequentata da numerosissimi cittadini che vi accompagnano i loro cani nelle ore diurne e serali – ha detto Andreoli -. Tuttavia risulta priva di pubblica illuminazione e quindi poco sicura e non praticabile dopo il tramonto. Il luogo è inoltre totalmente privo di panchine, tanto che i cittadini sono costretti a portarsele da casa, nonché di una fontanella, indispensabile per l’idratazione dei cani e per l’igiene».
Nel parco è stata inoltre riscontrata la presenza «di una grandissima quantità di cosiddetti forasacchi, molto

L’area sgambatoio cani del parco San Costanzo

pericolosi per i cani, a causa della manutenzione del manto erboso che non prevede l’eliminazione degli sfalci».
La consigliera ha chiesto «un intervento di manutenzione consistente nella realizzazione di qualche punto di pubblica illuminazione, nell’installazione di qualche panchina e di una fontanella fruibile anche dai cani, nonché di una manutenzione del manto erboso che tenga conto della necessità di ridurre al minimo la presenza dei cosiddetti forasacchi».
.La mozione, firmata oggi anche da parecchi consiglieri comunali, ha richiesto e ottenuto che «vengano installati, nell’area verde cani del parco San Costanzo, dei punti di illuminazione al fine di rendere sicura e fruibile detta area anche nelle ore serali; vengano posizionate alcune panchine anche per facilitare l’aggregazione; venga installata una fontanella per assicurare l’igiene degli utenti e per consentire una adeguata idratazione dei cani; si preveda manutenzione del manto erboso che elimini, per quanto possibile, i residui degli sfalci».
Adesso, «speriamo che i lavori – ha concluso Andreoli – inizino al più presto e che si sistemi anche la scalinata di accesso che necessita di manutenzione».

L’area sgambatoio cani del parco San Costanzo

 

L’area sgambatoio cani del parco San Costanzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X