facebook rss

‘Campionato Jesino di Scacchi’:
vince il violinista Riccardo Bottegal

JESI - Prima classificata nella categoria femminile Giuseppina Scuppa, la “Regina degli Scacchi” della città di Federico II mentre il giocatore più giovane del torneo è stato Alessio Baiocco di soli 5 anni
Print Friendly, PDF & Email

La cerimonia di premiazione

 

Concluso il Campionato Jesino di Scacchi: il vincitore è Riccardo Bottegal. Sabato 23 luglio presso lo Sbarello, lo storico “baretto” dei giardini pubblici, si è tenuta la terza e ultima fase del I° Campionato jesino di Scacchi 2022 organizzato dall’istruttore federale jesino luigi Ramini. L’appuntamento in questo caso era doppiamente importante, in quanto oltre all’emozione tipica di ogni Torneo di Scacchi, si andava questa volta ad aggiungere la suspense della somma finale dei punteggi dei tre tornei che avrebbero decretato l’elezione dei vari Campioni Assoluti jesini di categoria. Praticamente al termine della manifestazione hanno avuto luogo non una, bensì due premiazioni consecutive: quella del Torneo “lo sbarello” e quella dell’intero campionato Jesino. L’originalità di questo tipo di organizzazione e soprattutto la voglia di sfidarsi sulla scacchiera hanno richiamato un gran numero di interessati, non solo giocatori ma anche semplici spettatori incuriositi dalla gara. Alle cerimonie insieme a Luigi Ramini e Matteo Montesi, il gestore dello “Sbarello” si è unito anche Stefano Schiavoni accolto con un applauso, gestore del noto Irish pub jesino Oscar Wilde, dove si era tenuto il primo dei tre tornei. Anche il Circolo Endas, pur non partecipando direttamente alla cerimonia ha voluto essere presente inviando un messaggio di saluto a tutti i partecipanti al progetto.

Matteo ha salutato i presenti affermando di essere «veramente contento e orgoglioso di aver ospitato la finale del primo campionato jesino, organizzata da Luigi Ramini. Buona l’affluenza e fantastico il clima, piacevole e sportivo. Sono certo che questa sarà la prima delle tante edizioni per i prossimi anni a venire». Con un lunghissimo applauso è stato nominato “Campione Jesino assoluto 2022” Riccardo Bottegal, al suo primo torneo, che ha sorpreso tutti con una performance da record, mostrando una precisione di gioco davvero invidiabile. Riccardo, appena sceso dal podio ha commentato: «Partecipare al campionato jesino di scacchi 2022 è stato molto divertente. Io sono violinista e insegnante, ma grazie al corso organizzato presso l’Oscar Wilde irish pub dell’amico Stefano Schiavoni, Luigi mi ha permesso di riscoprire una vecchia passione per il gioco degli scacchi; ho giocato anche contro di lui e devo dire che la sua gentilezza nel motivarti, riconoscere le tue qualità e darti i giusti consigli per migliorare, è apprezzabile quanto la sua capacità di riuscire a distruggerti sulla scacchiera in pochi minuti! Durante il corso, e poi nei tornei, è nata una piccola comunità di nuovi amici che spero si allarghi per coinvolgere altri appassionati di questo gioco meraviglioso»

Splendida anche la prestazione di Mattia Sgardi, classificato primo della “categoria allievi” e diretto inseguitore di Riccardo: fino all’ultimo torneo Riccardo e Mattia si sono contesi la vittoria finale. (foto di una delle “finali tra Mattia e Riccardo) Anche Mattia emozionato dalla vittoria ha detto: «Ho trovato questo torneo molto interessante, sia per affacciarmi al mondo degli scacchi sia, e soprattutto, come un’occasione per crescere a livello personale. Mi sono confrontato con tante persone molto più esperte di me, le quali mi hanno consigliato e aiutato dandomi la possibilità di imparare dai miei errori. Il torneo è stato organizzato in modo eccellente secondo me, poiché non si è mai creata quella tensione tra i giocatori, ma sono stati tutti molto gentili e amichevoli, tanto che dopo i turni ci fermavamo a chiacchierare tra di noi»

Prima classificata nella categoria femminile è stata Giuseppina Scuppa, che è diventata praticamente la “Regina degli Scacchi” di Jesi. Andando avanti nelle premiazioni è il momento di nominare i tanti “ragazzini terribili” che hanno davvero disputato Tornei a livelli di qualità di gioco davvero invidiabile, mettendo in difficoltà e spesso battendo vari giocatori adulti, sulla carta più titolati. Campione Under 8 si è classificato Baiocco Davide, che nonostante la giovanissima età si è battuto senza timore con ragazzini e adulti tutti ovviamente più grandi di lui. Campione under 10 si è classificato lo straordinario Cristian Coppari. Basti pensare che Cristian in due tornei su 3 è arrivato trai primissimi posti assoluti, prendendo premi che in teoria si pensava fossero riservati solo a giocatori adulti e più esperti. Campione under 12 si è classificato Alessio Gianangeli. La prestazione di Alessio è stata particolarmente ammirevole, in quanto la categoria under 12 è stata in assoluto la più “gettonata” con 5 o 6 giocatori ogni torneo, quindi riuscire a emergere in una situazione simile era particolarmente arduo.

Luigi Ramini

«Da questo punto di vista – scrivono in una nota gli organizzatori del torneo – ci sentiamo di complimentarci anche con Lorenzo Sgreccia, che è arrivato secondo a solo mezzo punto totale da Alessio. Lorenzo ha saputo accettare il secondo posto con grande simpatia e maturità, quindi complimenti doppi anche a lui. Per concludere il Campione under 14 è risultato Vannucci Paolo, sempre tranquillo nel suo stile di gioco e capace di recuperare anche situazioni difficili, riuscendo a ribaltare partite che sembravano compromesse. Ci sentiamo di concludere sottolineando un bellissimo gesto di Luca Torta, che dopo aver ricevuto la coppa del primo classificato del Torneo lo Sbarello, ha deciso di regalare il premio al giocatore partecipante più giovane del Torneo Alessio Baiocco di soli 5 anni. Questo dono dimostra ancora una volta il clima molto positivo che si è respirato durante tutte le tappe della gara e in questo gesto vogliamo anche vedere una sorta di passaggio di testimone dalla vecchia alla nuova generazione, con l’augurio di tutti che gli Scacchi attirino costantemente nuovi giovani proseliti e richiamino sempre più appassionati».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X