facebook rss

Tragedia al porto:
muore marittimo di 40 anni

ANCONA - L'uomo ha accusato un malore intorno alle 6.30. Sul posto il personale del 118 che ha praticato un lungo massaggio cardiaco. Accertamenti da parte della Guardia Costiera
Print Friendly, PDF & Email

La Guardia Costiera sul posto e il rimorchiatore ‘Blue Boy – Ravenna’

Tragedia questa mattina al porto, intorno alle 6.30.
Un membro dell’equipaggio del rimorchiatore ‘Blue Boy – Ravenna’, ormeggiato alla banchina numero 2 dello scalo, è deceduto per un malore a seguito del quale è andato in arresto cardiaco.
L’uomo, un 40enne primo ufficiale, G.G. le iniziali, originario di Napoli, è stato soccorso dal personale medico e infermieristico del 118, arrivato sul posto con ambulanza e automedica.
Le condizioni del marittimo sono purtroppo apparse fin da subito gravissime.
Sul luogo è intervenuta immediatamente anche la Capitaneria di Porto.
A lanciare l’allarme sono stati i colleghi del 40enne dopo che avevano sentito un forte rumore provenire dalla sua cabina. Non aprendo la porta, hanno quindi deciso di forzarla trovando il collega a terra.
Rianimato a lungo, per oltre 40 minuti nonostante gli spazi ristretti della cabina nella quale alloggiava, il marittimo è purtroppo deceduto.
Sul posto sono giunti anche i militari della Guardia Costiera, impegnati negli accertamenti di rito. La salma è stata successivamente trasportata all’obitorio dell’ospedale di Torrette.
L’uomo si era imbarcato nella giornata di ieri.

(aggiornato alle 14.40)

Sul posto le onoranze funebri Città di Ancona intervenute per il recupero della salma

 

La Capitaneria di Porto sul posto e il rimorchiatore ‘Blue Boy – Ravenna’

Il rimorchiatore ‘Blue Boy – Ravenna’ alla banchina 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X