facebook rss

Wanda Diamond League,
Gimbo non decolla
e si ferma all’ottavo posto

ATLETICA - Il campione olimpico Gianmarco Tamberi ieri al Meeting Herculis del Principato di Monaco ha saltato 2,20 alla seconda prova e poi è uscito di scena con tre errori a 2,25. «Mi aspettavo un altro tipo di prestazione ma non credo che questa serata precluderà la mia partecipazione agli Europei»
Print Friendly, PDF & Email

Gianmarco Tamberi (foto Montesano/Wanda Diamond League)

 

Serata amara, quella di ieri a Montecarlo, per il campione olimpico Gianmarco Tamberi, nell’ultima verifica prima degli Europei di Monaco di Baviera: l’azzurro salta 2,20 alla seconda prova e poi esce di scena con tre errori a 2,25 (ottavo posto), meno di quanto fatto lunedì pomeriggio in Ungheria (2,24). Nella decima tappa della Wanda Diamond League, al Meeting Herculis del Principato di Monaco, – ricorda una nota della Fidal – la consolazione, se possibile, è che nella passata stagione Gimbo saltò un modesto 2,21 proprio a Montecarlo nell’ultima gara prima delle Olimpiadi: come sia andata a finire in Giappone, tutti lo ricordano.

L’altra nota che può alleggerire la serata ‘no’ di Gianmarco Tamberi è che non decollano nemmeno gli altri saltatori europei in gara Andriy Protsenko (Ucraina) e Yonathan Kapitolnik (Israele), tutti out con tre errori a 2,25. Inevitabile però che ieri sera nella testa del campione olimpico frullino pensieri negativi, a sei giorni dalla qualificazione degli Europei di Monaco di Baviera (martedì 16 agosto alle 18.35). È un passo indietro per Gimbo rispetto a due giorni fa, al 2,24 di Székesfehérvár, accompagnato da sorrisi nonostante una condizione fisica lontana dai giorni migliori, fiaccata dal Covid post-Mondiale: a Montecarlo il trentenne azzurro delle Fiamme Oro non fa meglio di 2,20, saltato alla seconda prova, e si arrende alla misura di 2,25, senza andare oltre l’ottavo posto. I primi due piazzati sono gli stessi dei Mondiali in Oregon: il qatarino Mutaz Barshim e il coreano Woo Sanghyeok griffano lo stesso percorso senza macchie fino a 2,30 e sbagliano a 2,32. Si spareggia: falliscono entrambi il 2,32, ma l’oro di Tokyo Barshim infila il match-point a 2,30, misura che nel jump-off sfugge a Woo. Terzo il neozelandese Hamish Kerr (2,25), quarto lo statunitense JuVaughn Harrison (2,25).

«Mi aspettavo un altro tipo di prestazione e mi dispiace per le tantissime persone venute a sostenermi – dichiara Tamberi ai microfoni di Rai 3 – oggi ero molto stanco, mi sentivo svuotato, non ho recuperato a pieno dalla gara di lunedì in Ungheria ma non credo che questa serata precluderà la mia partecipazione agli Europei. Per quanto non mi sentissi bene già dal riscaldamento, ho voluto provarci, anche per l’affetto dei tanti tifosi italiani in tribuna. Questi due test non sono stati un gran successo, ma li metto da parte, non riesco a prendermela con me stesso: giorno dopo giorno mi sento un pochino meglio, so che in 7-8 giorni può cambiare tutto e lì mi aspetta un’altra gara. L’obiettivo è andare in finale e poi giocarmi tutto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X