facebook rss

Campionati studenteschi,
brillano le rappresentative
delle scuole marchigiane

ANCONA - Secondo posto per la squadra maschile del liceo sportivo “Cambi” di Falconara alle finali nazionali di Beach volley, disputate a Roseto degli Abruzzi
Print Friendly, PDF & Email

L’ufficio scolastico regionale

 

Le rappresentative scolastiche delle Marche hanno conseguito, la scorsa settimana, due risultati di rilievo nelle finali nazionali dei Campionati studenteschi di Beach volley, disputate a Roseto degli Abruzzi. Lo sa sapere una nota dell’Ufficio scolastico regionale. La squadra maschile del Liceo Sportivo “Cambi” di Falconara Marittima si è infatti classificata al secondo posto, arrendendosi solo nella finale dopo due set combattutissimi di fronte alla fortissima coppia abruzzese di Chieti. Per le ragazze del Liceo Sportivo “Rosetti” di San Benedetto del Tronto è invece arrivato un sesto posto, risultato comunque di rilievo considerato il livello della manifestazione, dopo essere state comunque protagoniste di partite combattute terminate al tie-break.

Risultati che fanno seguito a quanto avvenuto nelle finali nazionali del mese di maggio, dove gli studenti-atleti marchigiani sono anche saliti sul gradino più alto del podio. In Trentino, a Folgaria, dal 23 al 26 maggio, nella disciplina sportiva del Badminton, le scuole delle Marche hanno conseguito un terzo posto con l’Istituto Comprensivo “Rodari-Marconi” di Porto Sant’Elpidio. Nella medesima località si sono disputate anche le gare di Orienteering, con il primo posto della rappresentativa di Trail-O dell’Iis “Einstein-Nebbia” di Loreto.

Risultati di assoluto rilievo anche alle finali nazionali di Atletica Leggera, disputate a Pescara dal 29 maggio al 2 giugno, nelle quali sono saliti sul gradino più alto del podio, per le rispettive categorie, Alice Pagliarini del Liceo “Nolfi-Apolloni” di Fano (100 metri), Andrea Tazza dell’IIS “Fermi-Sacconi-Ceci” di Ascoli Piceno (salto in lungo), Edoardo Alfonsi dell’Istituto Comprensivo “Fermi” di Macerata (salto in lungo), Ilia Scudieri Panebianco dell’IIS “Cecchi” di Pesaro (100 metri), Kane Mame Diarra dell’Istituto Comprensivo “Polo” di Cartoceto (lancio del vortex), Martina Tarabelli dell’Iis “Bramante” di Macerata (100 metri).

Si sono invece classificati al secondo posto Jessica Cecchini dell’Istituto Comprensivo di Ostra (80 metri), Samuele Giancarli dell’Istituto Comprensivo “Levi Montalcini” di Chiaravalle (vortex), Gift Neh Nebasi dell’Istituto Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto del Tronto (peso), Andrea Sampaoli della sede di Civitanova Marche dell’Ipsia “Corridoni” di Corridonia (lungo). Da segnalare anche i piazzamenti della squadra femminile dell’Istituto Comprensivo “Don Bosco” di Tolentino (terza per la somma di risultati individuali) e di Francesco Pagliarini del Liceo “Nolfi-Apolloni” di Fano (terzo nei 100 metri). «Dal lungo elenco dei piazzamenti sul podio si può capire il livello raggiunto dagli studenti atleti marchigiani, che hanno sempre dimostrato serietà, impegno e comportamenti ineccepibili. Questo aspetto assume una grande importanza, in manifestazioni di sport scolastico come quelle dei Campionati studenteschi, nelle quali gli aspetti educativi sono rilevanti almeno quanto i risultati sportivi conseguiti» sottolinea l’Usr Marche.

In questa settimana, a Palermo si stanno svolgendo le finali nazionali dei Campionati studenteschi di tennis, nelle quali le Marche sono rappresentate dalle squadre del Liceo “Marconi” di Pesaro e dell’Iis “Costanza da Varano” di Camerino, e come individualisti da Paolo Corrado Pagliarulo del Liceo “Orsini-Licini” di Ascoli Piceno e da Natasha Mihaela Motinga dell’IIS “Corridoni-Campana” di Osimo. I Campionati studenteschi, com’è noto, valorizzano le eccellenze sportive delle scuole, dando valore alle competenze acquisite soprattutto nell’attività sportiva extrascolastica con le federazioni sportive; stanno invece iniziando le attività previste dal progetto “Tutti in Campo”, programmato dall’Ufficio scolastico marchigiano per le Marche allo scopo di far vivere l’esperienza sportiva scolastica, con le sue valenze educative, a tutti gli alunni (compresi i meno abili e i non praticanti), dando vita a tornei per rappresentative di classe, a livello di istituto prima e territoriale successivamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X