facebook rss

Caro bollette, contributo
a fondo perduto
per le piccole e micro imprese

OSIMO - Aperti da oggi fino al 22 novembre i termini per partecipare al bando comunale con 200mila euro di risorse. Possono fare domanda tutte le ditte che hanno avuto un aumento di almeno il 30% dei costi energetici calcolati sul totale delle fatture di due bimestri compresi tra gennaio e agosto 2022 rispetto agli stessi periodi del 2019 e che risultano regolarmente iscritte al registro delle imprese
Print Friendly, PDF & Email

 

Sono aperti da oggi fino a martedì 22 novembre i termini di presentazione delle domande di contributo a fondo perduto per le piccole e micro imprese di Osimo che hanno registrato un aumento dei costi energetici. «Con un fondo comunale di 200.000 euro il Comune intende fornire un sostegno concreto alle imprese appartenenti ai settori commercio, artigianato (massimo 15 dipendenti), turismo, servizi alla persona, agricoltura, pubblici esercizi. – ricorda in una nota il sindaco Simone Pugnaloni – Possono fare domanda tutte le piccole micro imprese che hanno avuto un aumento di almeno il 30% dei costi energetici calcolati sul totale delle bollette di due bimestri compresi tra gennaio e agosto 2022 rispetto agli stessi periodi del 2019 e che risultano regolarmente iscritte al registro delle imprese alla data di pubblicazione del bando. Per quelle non costitute alla data di gennaio 2019 il parametro di riferimento per calcolare l’aumento del costo è di 0,69 euro a kwh, prezzo medio stabilitp dal Decreto Aiuti bis riferito al 2019».

Per poter beneficiare del contributo, le imprese devono avere sede operativa o legale ad Osimo, non sospendere l’attività nei 6 mesi seguenti l’erogazione, non avere aperti contenziosi con il Comune o procedure concorsuali o di liquidazione. L’entità del contributo sarà di minimo 200 e massimo 600 euro in base al numero di domande pervenute. Nel caso superino l’importo stanziato, ovvero fossero più di mille le richieste, verranno evase nel rispetto del protocollo di arrivo. Al seguente link l’avviso pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X