facebook rss

Si barrica in camera con due coltelli
poi tenta di ferire i poliziotti:
bloccato con il Taser

ANCONA - L'uomo aveva minacciato il suicidio puntando poi le armi contro il personale sanitario e i poliziotti arrivati sul posto. Trasportato a Torrette, è stato denunciato
Print Friendly, PDF & Email

Polizia con il Taser in dotazione (Archivio)

Si è barricato in camera da letto minacciando il suicidio.
E’ successo nella serata di ieri in un appartamento a Pietralacroce.
Una volta giunto sul posto il personale del 118, il giovane ha preso due grossi coltelli da cucina per minacciare il personale sanitario e chiudersi nuovamente in camera.
E’ a questo punto che si è reso necessaria anche la richiesta d’intervento delle Volanti.
Arrivati sul luogo, la madre del giovane ha riferito ai poliziotti che il figlio, già da qualche anno, soffriva di depressione e che era sottoposto a cure mediche. Inoltre, durante la cena, aveva bevuto molti alcolici e preso diversi tranquillanti proprio con l’intento di farla finita.
Gli agenti, a quel punto, hanno preso contatti con il giovane attraverso la porta della camera all’interno della quale si era barricato, tentando di instaurare un rapporto di fiducia affinché lasciasse i coltelli e si sottoponesse alle cure mediche.
Il ragazzo ha però rifiutato qualsiasi dialogo, iniziando a colpire con forza la porta della camera, utilizzando il grosso coltello e riuscendo ad attraversarla con la lama, rischiando di ferire i poliziotti che tentavano di comunicare con lui e che si trovavano a pochi centimetri dalla porta. Nel frattempo, li minacciava anche di morte.
In considerazione di ciò, gli agenti hanno tentato con l’ausilio dei vigili del fuoco di valutare altre eventuali vie d’accesso alla camera da letto, che però risultavano impraticabili.
A questo punto si è proseguito iniziando un nuovo dialogo ma il giovane rimaneva in silenzio e, anzi, si sentiva un rumore provenire dalla stanza come se stesse armeggiando con qualcosa.
Temendo che potesse commettere un gesto estremo, i poliziotti hanno deciso di sfondare la porta ma il ragazzo ha cercato invece di accoltellarli utilizzando le due armi bianche da 40 e 20 centimetri.
A questo punto, dopo avergli intimato più volte di lasciare i coltelli, l’agente con in dotazione il Taser ne ha fatto uso. Il giovane è stato quindi disarmato e portato a Torrette. Dopo essere stato sottoposto ad accurati accertamenti medici, è stato ricoverato nel Reparto di Psichiatria.
Infine, è stato denunciato per i reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, nonché per il reato di tentate lesioni aggravate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X