facebook rss

‘Dal concepimento al post partum’:
un seminario di Opm

ANCONA - L’Ordine degli Psicologi delle Marche approfondisce il tema della nascita, momento denso di emozioni e cambiamenti, nell'incontro del 13 dicembre al ridotto  del Teatro delle Muse
Print Friendly, PDF & Email

Il Teatro delle Muse

 

L’Ordine degli Psicologi delle Marche organizza il seminario ‘Venire al mondo: dal concepimento al post partum – Aiutare chi aiuta’, con il patrocinio dell’Ordine delle Ostetriche di Ancona martedì 13 dicembre a partire dalle ore 8 presso il ridotto  del Teatro delle Muse di Ancona. «Come psicologi riteniamo che l’arrivo di un nuovo membro all’interno del nucleo familiare costituisca un momento tanto entusiasmante quanto particolarmente stressante per i neogenitori – commenta la presidente dell’Ordine degli Psicologi delle Marche, Katia Marilungo – per questo abbiamo pensato a un seminario dedicato alla perinatalità, capace di affrontare tematiche che vadano dal concepimento fino al periodo post partum. E per farlo ci siamo avvalsi di illustri professionisti del mondo della natalità, come il professore in Ginecologia e Ostetricia di Univpm Andrea Ciavattini, che è anche direttore di Ostetrica e Ginecologica presso gli Ospedali Riuniti di Ancona, e gli psicologi psicoterapeuti Luigi Richetti e Rosario Montirosso».

Katia Marilungo

Il convegno in programma ad Ancona, valido 7.8 crediti formativi per i professionisti psicologi, ha riscosso un grande successo, registrando sold out già da alcune settimane. Oltre ai già citati esperti, interverranno le ostetriche Alessia Rocchi e Benedetta Dini, quest’ultima anche docente presso l’Area Perinatale Sipre. Porterà i contributi dell’Associazione no-profit “Il Melograno” (Centro di Informazioni Maternità e Nascita fondato ad Ancona oltre trent’anni fa) la dottoressa Annarita Coppola. L’evento sarà moderato dagli psicologi Aquilino Calce e Ketti Chiappa, consiglieri dell’Ordine degli Psicologi delle Marche. «Lo scopo del convegno organizzato dal nostro ordine è quello di aumentare la sensibilizzazione sulla materia, prevenendo eventuali forme di disagio e sostenendo le donne, le coppie e le famiglie che affrontano un periodo così denso di emozioni e cambiamenti, per questo intende rivolgersi non solo ai professionisti, ma a tutta la cittadinanza» conclude la presidente di Opm, Katia Marilungo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X